Cerca

Premi INVIO per cercare o ESC per uscire

VIROSAC, case history di successo

10/03/2013

VIROSAC, case history di successo
Rispondere adeguatamente ai bisogni della grande distribuzione, non rinunciare mai alla qualità, inserirsi in nuovi canali, spingersi oltre le abitudini: i motivi per cui la Virosac, l’azienda di Pederobba specializzata nella produzione di sacchi per i rifiuti ha raggiunto in un anno a dir poco difficile come il 2012 un fatturato di 31 milioni di euro, crescendo del 7 % rispetto al 2011, sicuramente hanno a che fare con questi imperativi, indici di una strategia di mercato moderna e oggettivamente efficace.

Virosac cresce in tutti i canali di riferimento, in modo particolare nei discount segnando un +19%, seguiti da ipermercati (+10%) e supermercati (+6,5%), amplifica il proprio core business puntando su Sistema Sicuro, il sistema di distribuzione dei sacchi e guanti nel reparto frutta del supermercato che però sta funzionando anche nei distributori di benzina dove finora i gestori si ingegnavano per tenere i guanti per il self service a portata di mano senza che finissero sparsi per terra e ha pronti quattro nuovi prodotti brevettati che arriveranno nei supermercati nel corso del 2013.

“L'effetto della crisi sui consumi si fa sentire - dichiara l'AD Pasquale Imperiale – ma la nostra soluzione non è stata puntare al ribasso dei prezzi, bensì intensificare il nostro rapporto con i clienti e rivenditori per capire al meglio i loro bisogni e rispondere in fretta ad ogni necessità”.
Investimenti in nuovi macchinari e in sistemi di gestione del magazzino sono gli strumenti che consentono di migliorare flessibilità ed efficienza. Grazie a questi investimenti Virosac ha ridotto le scorte di magazzino e la merce parte in un giorno, in modo puntuale tutto l'anno. L'azienda è cresciuta quindi in tutte le aree geografiche ma in particolare nel sud Italia, dove la Campania ha registrato un +30% e l’obiettivo per il 2103 è rafforzarsi sui mercati esteri, come quello della Russia dove è già iniziata la fornitura ad una importante catena della GDO.

E continua Imperiale: “Abbiamo avuto diverse verifiche ispettive da parte dei clienti senza che mai ci fosse un caso di non-conformità.Vogliamo proseguire sulla via della qualità pertanto aumenteremo i controlli dei prodotti in macchina, da 3 a 6 ogni ora, per far sì che i nostri prodotti siano sempre all'altezza dei nostri standard, che sono i più alti della categoria”.
Basti considerare che Virosac di recente è stata premiata dal gruppo Adico che canalizza la logistica di “Le Roi Merlin” come miglior fornitore per puntualità, evasione dell'ordine e qualità.
Un bell’esempio di case history aziendale di successo.

Alessandra Locatelli