La cantina TerraQuilia presenta il Sanrosè Liu Jo

Un caffè in edizione limitata per celebrare 120 anni di passione
12 maggio 2015
Per i bar è tempo di rifarsi il look
13 maggio 2015
image_pdfimage_print

Modena, terra di motori, ceramiche, buon cibo ma anche di ottimo vino e non  è detto che sia Lambrusco. La dimostrazione delle potenzialità di questo territorio specialmente quello situato in collina, è stata data in questi giorni dalla cantina TerraQuilia. Una cantina i cui vigneti si estendono sulla valle del Panaro a 450 metri di altezza nel comune di Guiglia la cui attività ha avuto inizio appena vent’anni fa e con risultati sempre crescenti. Il suo titolare, Romano Mattioli, ha presentato l’ultimo vino creato in cantina, frutto di ricerche e sperimentazioni. Un rosè biologico ancestrale, molto particolare per la zona perchè prodotto da uve Sangiovese e con l’ etichetta dedicata alla Liu Jo Volley, la squadra di pallavolo femminile di serie A di cui la cantina è  sponsor. Un omaggio fatto alla squadra con un vino che si può definire non fra i soliti  proposti in commercio, ma un prodotto raffinato e selezionato così come lo ha giustamente ricordato Romano Mattioli.

Con la squadra al gran completo, il  general manager, Carmelo Borruto,  ha ricordato quanto lo sport si può accostare al mondo delle imprese e a quante belle iniziative di co-branding si possono creare anche in settori come quello vinicolo. Il sindaco di Guiglia, Monica Amici, ha rimarcato l’importanza economica della cantina della famiglia Mattioli e gli effetti indotti sul territorio.  Un percorso imprenditoriale quello di Romano Mattioli che sta dimostrando quanto un territorio difficile e un tempo abbandonato oggi può essere recuperato facendo scoprire potenzialità in settori come quello viticolo, un tempo impensabili.

Il patron di casa assieme al sommelier Enzo Garagnani,  hanno presentato il Sanrosè Liu Jo  illustrando caratteristiche e origini produttive.  Vinificato con uve Sangiovese in purezza, coltivate in una zona nota da secoli soltanto per il Lambrusco e il Pignoletto, la cantina TerraQuilia con la sua produzione di vini, sta sorprendendo esperti ed enologi. Questa esperienza di TerraQuilia  è una conferma che il potenziale del territorio modenese di collina è ancora tutto da scoprire perché le caratteristiche morfologiche e  microclimatiche delle montagne tra Modena e Bologna sono solo in parte state svelate con i vini oggi in distribuzione.

Sanrosè Liu Jo è stato gradito oltre che dagli addetti ai lavori anche dalle ragazze della pallavolo Modena e il giudizio di una di loro, la belga Helene  Roussueaux, con una frase spontanea e semplice, ha forse saputo sintetizzare più di altri la vera essenza del Sanrosè, definendolo “ fresco, pulito che ricorda tanto l’estate” .

image_pdfimage_print