Frienn, innovazione per la frittura

Eurovo a Biofach, il bio in fiera
15 febbraio 2017
David Jesus, lo “Chef in Comune” a Courmayeur
15 febbraio 2017
image_pdfimage_print

Se è vero che ogni cibo è buono se è fritto, non sempre ogni fritto è buono. Olitalia lo dimostra col nuovissimo Frienn, l’innovativa ricetta composta di olio di girasole alto oleico e antiossidanti, frutto dello studio condotto con l’Università di Bologna e col contributo dello chef Pasquale Torrente. Il risultato è un olio per friggere dalle caratteristiche innovative, una vera rivoluzione.

Chi meglio di un esperto della frittura all’italiana come il napoletano Pasquale Torrente poteva testare il nuovo Frienn, un prodotto che, lo dice il nome – frienn…friggendo in napoletano – riporta alla tradizione nostrana di friggere in olio.

“Non volevo usare gli oli per frittura – racconta il vulcanico chef– perché ero contrario per principio, una questione di etica. L’olio di palma, se assunto in grandi quantità potrebbe essere dannoso alla salute, ma quando Olitalia mi ha proposto di lavorare al suo fianco per creare la ricetta di un olio da frittura senza olio di palma e con un alto valore di resa in cottura non più avuto dubbi. Frienn risolve tanti problemi: elimina l’odore di rancido che si forma in cottura rilasciando al suo posto un gradevole profumo di fritto; è resistente alle alte temperature ed è incolore e di sapore neutro, così possiamo utilizzarlo sia per le fritture dolci sia per quelle salate. Non unge e non trasferisce alcun sapore ai cibi”.

Il segreto lo spiega Gianni Tognoni, direttore commerciale Italia di Olitalia: “Il nuovo Frienn è una novità assoluta nel settore e rappresenta l’evoluzione del prodotto. Intanto sdogana definitivamente Olitalia dal mondo della ristorazione e si rivolge anche al canale retail con un packaging rinnovato, poi rappresenta una vera innovazione tecnologica grazie alla ricerca condotta con l’Università di Bologna che ha individuato in una pianta mediterranea, il rosmarino, un elemento prezioso. L’estratto di rosmarino rallenta l’ossidazione in frittura, non contiene clorofilla e non rilascia sapori. La formulazione sapientemente perfezionata da Pasquale Torrente che, grazie alla sua esperienza ha potuto valutare attentamente ogni risultato pratico, a base di olio di girasole ad alto contenuto di acidi oleici, dà origine a un prodotto straordinariamente performante in cottura: elevata stabilità alle alte temperature, elevato punto di fumo, totale assenza di schiuma in frittura e senza cattivi odori. L’olio non brucia e permette di realizzare fritture chiare, leggere e asciutte”.

c3_bottle_alta1_rgb (1)“Anche la massaia tornerà a friggere – dichiara Pasquale Torrente – e il fritto, metodo di cottura tradizionale di straordinario valore se ben eseguito, perderà la cattiva fama che lo ha accompagnato negli ultimi tempi. Una frittura ben fatta, contrariamente a quanto si pensi, è un ottimo sistema per preservare i valori nutrizionali e organolettici degli alimenti in quanto la panatura e la cottura in olio bollente li racchiudono come in una guaina protettiva all’interno dell’alimento. Il fritto non è solo buono, è anche sano e nutriente. Però dobbiamo farlo bene e con l’olio giusto, un olio come Frienn”.

Marina Caccialanza

image_pdfimage_print