Gorgonzola Dop, dolce o piccante è sempre un successo

Progetto ‘Vita’: ristorazione ed eccellenze alimentari insieme per sostenere il turismo
4 maggio 2016
L’innovazione sostiene la leadership di Conserve Italia
5 maggio 2016
image_pdfimage_print

Può essere considerato un eccellente mood food, e il suo successo sui mercati mondiali è ampiamente manifestato dal trend positivo.  È il Gorgonzola Dop e lo confermano numerosi studi scientifici e i dati presentati nel corso della recente Assemblea annuale dei soci del Consorzio per la tutela del formaggio Gorgonzola.
Il 2014 fu un anno record per il Gorgonzola ma nel 2015, con 4.501.237 forme, la produzione e l’esportazione hanno segnato un trend positivo dell’1,3% nella produzione e ben del 12,96% nell’esportazione.
Il Gorgonzola Dop si conferma l’unico formaggio italiano esportato con una percentuale a due cifre. Mercato di riferimento l’Unione Europea, ma crescono le esportazioni verso i Paesi asiatici in generale (+ 14%) mentre aumentano in maniera strabiliante le esportazioni verso Brasile e Vietnam con un aumento del 40% il primo e un quantitativo quadruplicato per il secondo. Risultati eccellenti frutto dell’ottimo lavoro di valorizzazione del prodotto intrapreso dal Consorzio, specialmente in occasione di Expo 2015, e attraverso importanti azioni di difesa legale e tutela della denominazione intraprese in numerosi Stati esteri.
Più cauto il mercato interno, in lieve ripresa con modalità d’acquisto modificate: gli italiani acquistano Gorgonzola meno spesso ma in quantità maggiori.
L’impegno del Consorzio di tutela per la valorizzazione del Gorgonzola Dop continua anche con azioni mirate all’informazione dei consumatori. Sarà prossimamente messo a disposizione di questi ultimi, in numerosi punti vendita, il booklet “Gorgonzola Dop: Buono da sapere, ottimo da gustare” edito dal Consorzio in collaborazione con l’agenzia Sprim, redatto dal prof. Erasmo Neviani con la dott.ssa Monica Giroli, nel quale vengono illustrati l’alto valore nutrizionale e la salubrità del prodotto insieme al suo utilizzo gastronomico-culinario. Nel libro si pone l’attenzione sulle peculiarità del Gorgonzola che, grazie alla ricchezza di molti nutrienti utili a favorire il buon umore, può essere considerato un eccellente mood food. Una fetta di formaggio come il Gorgonzola, infatti, apporta elevati livelli di calcio, vitamine del gruppo B e, soprattutto, triptofano, un amminoacido essenziale coinvolto nella sintesi della serotonina e della melatonina: un rimedio naturale ed efficace per promuovere il sonno e modulare positivamente l’umore. È proprio il caso di dire: la felicità nel piatto.
L’assemblea del Consorzio si è conclusa con uno show-cooking improvvisato dallo chef Antonino Cannavacciuolo che, presentato da Roberta Schira, ha coinvolto due persone tra i presenti – il produttore Alberto Dall’Asta e la giornalista Elisabetta Ranieri – per la sua ricetta dei fiori di zucca al Gorgonzola.

Marina Caccialanza
marina.caccialanza@gmail.com

image_pdfimage_print