Ornellaia, dove il vino è arte

Rapporto Unaprol-Ixè: un marchio sostenibile per il vero extra vergine italiano
29 febbraio 2016
Menu Engineering, chi non sa leggere non sa scrivere
1 marzo 2016
image_pdfimage_print

Arte e vino, un concetto di condivisione che attraverso la storia ha legato questi elementi diventa nel 2009 il progetto Vendemmia d’Artista ideato dalla Tenuta dell’Ornellaia di Bolgheri. Allo scopo di fortificare questo legame, Ornellaia, vino simbolo della Tenuta, si è lasciato interpretare, in questi anni, da artisti internazionali che hanno reso tangibili con la loro arte i profumi e le sensazioni che il vino suscita. Così ogni nuova vendemmia è diventata una Vendemmia d’Artista, perché ogni annata ha le sue peculiarità e i suoi valori, e come tale diventa oggetto di una speciale asta Sotheby’s nella quale una selezione di bottiglie con etichette esclusive progettate e firmate dall’artista sono protagoniste.
A celebrare l’annata 2013, Tenuta dell’Ornellaia ha chiamato l’artista giapponese Yutaka Sone che ha realizzato un’opera d’arte in marmo di Carrara e le esclusive etichette destinate a rivestire 109 grandi formati di Ornellaia. “Parte da un’esperienza, un pic nic nelle straordinarie cave di Carrara, e dall’amicizia con Luc Tuymans e Rirkrit Tiravanija che con me l’hanno condivisa, l’idea della scultura realizzata – spiega Yutaka Sone – per riassumere l’eleganza della natura, il valore dell’amicizia e dell’unicità del luogo simbolo dell’unicità e dell’eleganza del vino”.  Prendono vita, così, un’installazione site specific e una video-installazione uniche nel loro genere e le etichette create per 100 bottiglie doppio Magnum, 8 bottiglie Imperiali e una Salmanazar che saranno battute all’asta a beneficio dell’Hammer Museum di Los Angeles.

Marina Caccialanza
marina.caccialanza@gmail.com

image_pdfimage_print