www.ristorazionecatering.it
Piccolo Lago, vale il viaggio
24 agosto 2013
Niko Romito e i 12 chef
24 agosto 2013
image_pdfimage_print

Sonja, Markus, Benjamin, Edon ed Evi, ovvero i preziosi collaboratori della famiglia Mair nella gestione del maso Pretzhof.

“Sui collaboratori investiamo molto – racconta Karl Mayr – perché siamo convinti che solo condividendo sogni e strategie questa piccola realtà può continuare a durare nel tempo”. Un tempo che risale a settecento anni fa, esattamente al 1299 anno in cui risulta la prima datazione scritta del maso, e che riguarda invece la famiglia Mayr dal 1695, anno d’acquisto del Pretzhof.

Nel 1980 tocca al signor Karl assumersi “oneri e piaceri” della gestione, mantenendo inalterate le tradizioni, anzi rafforzandole: “Si deve infondere vita alla tradizione. Per questo dal Pretzhof è dunque nata l’osteria Pretzhof zur Bauernkost” sostiene il proprietario e la traduzione italiana del nome dell’osteria altro non è che ‘sosta in un punto di ristoro ospitale’.

Ed è qui che entrano in gioco i collaboratori, ognuno con un ruolo preciso ma, al tempo stesso, intercambiabile perché la sintesi è una sola: far star bene l’ospite.

Karl è in sala, la moglie Ulli in cucina a perpetuare una tradizione che vuole un Mair in cucina da almeno 200 anni, Sonja si occupa del negozio. In quest’ultimo reparto si possono acquistare tutti i prodotti delle terre del maso: il loro formaggio, i salamini affumicati, le marmellate e gli sciroppi, oltre ad una selezione di prodotti gastronomici sudtirolesi il cui criterio di scelta si basa, come spiega Sonja, “sulla condivisione di un’idea di territorio e di agricoltura sostenibili”.

“L’arte di cucinare delle nostre nonne è la premessa di qualsiasi cultura culinaria. – afferma Ulli – Noi trasformiamo i prodotti che ci derivano dal lavoro nel maso e dalle stagioni in piatti tradizionali e raffinati. Per noi è pertanto importante distinguere tra fino e sopraffino e offrire un menù diversificato e che corrisponda alle esigenze odierne di una buona e sana alimentazione.”

Gli ambienti dove si possono degustare i piatti si dividono tra le antiche stube, dove il legno di larice tradisce la sua presenza secolare, e il  giardino da cui si domina la valle arrendendosi al piacere. Complice la selezione dei vini del signor Karl.

Luigi Franchi

Pretzhof

Tulve 259

Prati di Vizze (BZ)

Tel. 0472 764455

www.pretzhof.com

image_pdfimage_print