Gli show cooking di Cibus FoodService
25 aprile 2014
Chi vincerà il Concorso ALMA Caseus 2014?
26 aprile 2014
image_pdfimage_print

Prino è un borgo di pescatori in provincia di Imperia dove le case, affacciate sul mare, hanno i colori pastello illuminati dal sole. Qui, sul Lungomare Cristoforo Colombo, a ridosso delle onde del mar Ligure, Andrea Sarri e sua moglie Alessandra hanno aperto da meno di una settimana le porte della loro ultima avventura, il Ristorante Sarri.

“Cambiare è sempre una scelta personale. La staticità non fa per me; cercavamo nuovi stimoli, una dimensione diversa dove poter evolvere. – ci racconta lo chef stellato – Credo che i ristoranti italiani difficilmente possano avere una vita più lunga di una decina d’anni, a meno che non si tratti di una casa storica, e soprattutto nel momento attuale, dove servono nuovi linguaggi per farsi comprendere e per saper ascoltare”.

Qui nel nuovo ristorante Andrea e Alessandra hanno fatto la scelta del “chilometro certo”: le verdure, gli ortaggi e l’olio provengono dall’azienda agricola della famiglia di Alessandra, il pesce viene fornito direttamente dai pescatori locali e la carne arriva dalla storica bottega Martini di Boves in provincia di Cuneo. “Non vorrei si parlasse però sempre e solo di qualità, che è un requisito doveroso, non in discussione. Posto questo, la nostra idea è quella di provare a rivolgerci a una clientela diversa, non blasonata, ma a quello che era “il vecchio cliente”, quello che aveva voglia di uscire per stare bene, per sentirsi a proprio agio e godere dell’atmosfera, del cibo, del vino e della giusta compagnia. Vogliamo snellire il discorso di approccio quasi di sudditanza con servizi stucchevoli che è uno dei grandi errori in un incappa l’alta ristorazione italiana, ereditato o meglio copiato dai francesi e dagli spagnoli, quasi rinnegando la nostra identità, fatta di eccellenti ristoranti a gestione e a dimensione familiare”.

Si è accolti in una confortevole sala esaltata dai colori caldi degli arredi e dalla presenza di un materiale come il legno che dona agli spazi un tocco romantico e familiare allo stesso tempo; ora che la bella stagione pare essere finalmente iniziata, si può scegliere anche uno dei tavoli collocati nel dehors esterno affacciato sul mare, ma anche nell’affascinante cantina dei vini dove è stato posto un tavolo di cristallo di grande impatto scenico. L’offerta comprende un menu alla carta e il menu degustazione “Lasciatemi fare”, con il quale ci si affida alla fantasia dello chef: “Sono tornato passionale e creativo, il menu e i piatti cambieranno spessissimo…”.

La cantina conta oltre duecento prestigiose etichette conservate in tegole antiche e, anche in questo caso, Sarri ha voluto operare un drastico cambio di marcia: “Anche se siamo un ristorante applichiamo i prezzi da enoteca. Perché un ricarico eccessivo sulle bottiglie, per me, non ha senso: sì invece alla scelta di bottiglie intelligenti, non scontate ma selezionate con un occhio anche al portafoglio, perché le persone non vanno spaventate, vanno capite e invogliate ad assaggiare senza spese insostenibili che peraltro, ripeto, trovo siano ingiustificate in un ristorante: tagliare sulla materia prima e alzare il costo del vino è una politica che non fa per noi”.

E “noi” è la squadra speciale di Andrea Sarri: il sous chef Vincenzo Agrillo, napoletano verace, appena rientrato da una esperienza con Heinz Beck, il sommelier Alessandro Grillo, grande appassionato e in ricerca costante “anche troppo, deve rilassarsi, ma è giovane…” scherza Sarri; Alessandra, la compagna di vita, che fa le veci della patron in sala e lo staff storico dello chef che lo ha seguito anche qui.

E ora che si è partiti, cosa si aspetta lo chef stellato, tra le altre cose Presidente dell’Associaizone JRE – Jeunes Restaurateurs d’Europe (che oggi in Italia conta 81 talentuosi chef): “Divertirmi. In questo momento non ho bisogno di crearmi aspettative, ma di costruire giorno dopo giorno uno spazio dove poter essere sereno e godere insieme ai clienti che ci sceglieranno”.

Tanti auguri.

Ristorante Sarri
Via Lungomare Cristoforo Colombo, 108 – Borgo Prino 18100 Imperia (IM)
Tel. 0183 75 40 56
Email:
info@ristorantesarri.it
Web:
www.ristorantesarrri.it

Alessandra Locatelli 

image_pdfimage_print