Gran sapore mediterraneo
19 gennaio 2014
Pasticceri e Gelatieri, dove siete?
20 gennaio 2014
image_pdfimage_print

Il fascino del Cervino risiede nel silenzio, ricercato e necessario per respirarne l’energia e il mistero, per godere della forza sprigionata da quella piramide di roccia che si staglia su un cielo azzurro in nessun altro luogo vivo come qui. Ai piedi del monte brulicano le vie di Cervinia e a margine del centro sorge l’hotel Hermitage, osservatorio privilegiato di questo spettacolo naturale.

Affacciato su un bosco di larici, lo chalet è un piccolo gioiello di buon gusto ricercato ed elegante, eppure disinvolto e rassicurante: l’ospite è accolto all’ingresso da un bassorilievo in marmo di San Teodulo, di cui si raccontano ancora oggi le gesta e le peregrinazioni fra questi luoghi un tempo legati ai riti pagani druidici, mentre nella hall il fuoco del grande camino richiama le antiche tradizioni di montagna, quelle stesse che vengono proposte al ristorante “La Chandelle”, dove la filosofia dell’accoglienza si fonde perfettamente con la ricca e generosa cultura alimentare locale, esaltata in piatti semplici preparati con materie prime di altissima qualità.

“”Lo chef Roberto Pession guida una brigata di giovani cuochi e pasticceri in esecuzioni di carattere che danno voce alle cucine valdostane e piemontesi riviste e armonizzate accostandole a proposte internazionali” racconta il proprietario, Corrado Neyroz, e ampio spazio è dedicato alle cottura flambé e alla lampada, il filetto Cervino con patè di foie gras ne è un delizioso esempio. Nella sala, arredata con il gusto classico delle lunghe tovaglie di lino verde, porcellane d’epoca e candelabri d’argento, spicca la grande griglia su cui si cuociono a vista il pesce fresco del mercato, le verdure e la selezione di carne del giorno. Il gran carrello dei formaggi abbinati alle mostarde introduce alle proposte dolci, come l’Ile Flottante con arance caramellate e le crepes suzettes al Gran Marnier.

Il sommelier Simone Grange mette invece a disposizione ben 680 etichette in una carta dei vini che offre il meglio delle referenze della Valle, piemontesi e toscane ma anche nazionali e intercontinentali: la cantina, climatizzata sia per i vini bianchi che per i vini rossi, è visitabile e a disposizione dell’ospite.

Eleganza e gusto per gli occhi e il palato, rispetto delle tradizioni locali, atmosfera da fiaba: passato e futuro si incontrano qui.

Hotel Hermitage
Strada Piolet
Breuil – Cervinia (AO)
Tel. 0166 948998
www.hotelhermitage.com

Coperti: 80 interni, 40 esterni. Carte di credito: le principali. Ferie: dal 25 aprile a fine giugno; dal 1 settembre a fine novembre. Chiuso: mai. Costo medio: 80 euro.

Alessandra Locatelli

 

image_pdfimage_print