Osteria Brunello. Accogliente, rassicurante, rinnovata.

Il turismo enogastronomico cresce
20 febbraio 2013
Lambrusco Grasparossa La Battagliola. Il destino in un grappolo d’uva.
20 febbraio 2013
image_pdfimage_print

Quando pensi ad un’osteria viene spontaneo l’accostamento ad un luogo caldo, conviviale, dove si mangia schietto e non si è mai delusi. Pensi anche ad un oste che ti accompagna amichevolmente, facendoti sentire da subito a casa.
L’Osteria Brunello è così, specialmente oggi, dopo aver rinfrescato il suo volto e reso l’ambiente ancora più accogliente, luminoso e moderno.

La padrona di casa, Tunde Pecsvari, vi aspetta sempre con un sorriso, trasmettendovi subito tutto il carattere e la forte personalità di questo locale, incastonato in uno degli angoli più suggestivi ed in maggior fermento di Milano. Personalità che oggi si legge anche nella carta, rinnovata grazie all’avvento di un nuovo cuoco, Nicola Cortesi, che vanta nel suo curriculum tanti anni di esperienza in alcune fra le più importanti cucine stellate d’Italia e d’Europa e in prestigiosi ristoranti di Milano.

Nicola Cortesi ha saputo reinterpretare al meglio i grandi classici dell’Osteria Brunello, oltre ad aggiungervi qualche intrigante novità, riuscendo ad imprimere il suo originale tocco, accontentando sia le tradizionali scelte dei clienti che le loro più audaci sperimentazioni. Un bel connubio che, non solo mette d’accordo il gusto di palati semplici e raffinati, ma incontra alla perfezione l’ormai celebre e ricercata cantina del Brunello che propone la miglior selezione di etichette di Montalcino in città.
Tunde, anche sommelier, sa infondere con cura e passione le caratteristiche di questi pregevoli vini di cantine rinomate e di ottime bottiglie di piccoli produttori, spesso sconosciuti ma che sono sempre una sorpresa nel calice.

Insomma, qualcosa è cambiato, ma il volto rassicurante e la mano sapiente di chi vi accoglierà vi faranno sentire nuovamente a casa, con la leggerezza di sempre che oggi è anche nel conto, ancor più competitivo, grazie anche ad un apprezzabile menu degustazione di cinque portate a 39 euro, che soddisfa i più esigenti.

In conclusione, però, una visita vale molto più del racconto che via abbiamo fatto.

Aldo Palaoro

Osteria Brunello
Corso Garibaldi 117
Milano
www.osteriabrunello.it

 

image_pdfimage_print