Trattoria Glisenti: come si trasforma un limite in una risorsa

Mangia come scrivi, alla scoperta dei segreti del Lago di Como
8 aprile 2013
Cento mani di questa terra insegna il dialogo
8 aprile 2013
image_pdfimage_print

Già il primo impatto toglie il fiato: fuori, la splendida terrazza si adagia sullo scenario del Lago d’Iseo, dentro, gli ambienti eleganti e raffinati sono impreziositi dal bel camino, e all’angolo bar ci si rilassa degustando un bicchiere di grappa.

Siamo a Marone, sulla sponda bresciana del lago, ma la Trattoria Glisenti fa la differenza anche in altro. Maurizio Berlinghieri, il patron del locale, da tempo è allergico e intollerante a diversi alimenti, ma da altrettanto tempo è un grande appassionato di cucina. Come coniugare le due realtà, tra loro apparentemente contrastanti, per non dire limitanti? Trasformando la sua situazione in una risorsa, e costruendo un locale su proposte alimentari che evitano l’uso dei più comuni allergeni, preferendo esclusivamente materie prime vegetali, meticolosamente selezionate, spesso a chilometro zero e  biologiche, da manipolare il meno possibile.

Dimenticate allora latte, burro, uova, formaggio, carne, pesce, zucchero e fate posto alle alghe (ne usa quasi 40 tipi diversi), agli agrumi, al kamut. Tra le lavorazioni predilette, le marinature agli agrumi, le fritture a bassa temperatura, arrosti, brasati e spiedi a base esclusivamente vegetale.
Grande attenzione ai dettagli: troverete una carta dei sali, una carta degli aceti, una carta dei caffè, un assortimento di grappe, una birra artigianale che sta iniziando a produrre lo stesso Berlinghieri, e una carta dei vini che conta etichette nazionali e una selezione di Champagne.

Un esempio da imitare.

 

Trattoria Glisenti
Via Provinciale 34 – Marone (BS)
Tel. 030/2072467
www.trattoriaglisenti.it

 

 

 

image_pdfimage_print