Buona Pasqua

Uovo in crosta di pecorino e bazana di verdure
19 aprile 2014
Identikit del “buono” al ristorante
20 aprile 2014
image_pdfimage_print

Anche quest’anno la Pasqua è arrivata. Simbolicamente rappresentata dall’uovo.
Metafora stessa della vita è  la cellula più grande in natura. Terreno ideale per qualsiasi esperimento biologico.
Duro ma fragile allo stesso tempo, perfetto nella forma può essere schiacciato solo di traverso e sostenere pesi incredibili nella sua altezza.
L’albume che come un liquido amniotico preserva la vita nel tuorlo. Il primo assolutamente privo di grassi e trasparente adatto ad incamerare aria, il secondo assolutamente più calorico che l’aria la teme e ha  bisogno di protezione.
Il suo colore, come il sole all’alba inizio del giorno e fine delle tenebre.

In gastronomia possiamo definirlo dall’antipasto al dolce come il principio di tante cose. La sola idea di avere “due uova” da usare ci fa sentire al sicuro, pronti a qualsiasi imprevisto.
Ti sembrerà strano questo modo di augurarti la Buona Pasqua ma volevo farti riflettere sul fatto che il più delle volte le cose non sono, o meglio, non sono solo quello che crediamo.
Con un po’ più di attenzione anche le cose più scontate o difficili ci svelano un’altra faccia, un’altra possibilità. Se siamo aperti alla vita è la vita stessa a darci gli strumenti per capire come fare la cosa più giusta.
Buona Pasqua a tutti

Roberto Carcangiu

image_pdfimage_print