Aumenta la sfiducia degli operatori del settore alimentare

“Roma” diventa Doc e crescono le polemiche per Romanella
3 maggio 2011
Forte crescita nella spesa a chilometro zero
4 maggio 2011
image_pdfimage_print

calo-settore-alimentareSecondo la consueta indagine  di Ismea su un panel di 1200 imprese del settore alimentare italiano la fiducia degli operatori dell’industria è in calo, mentre quella della distribuzione risulta essere meno negativa.
L’indice registrato nell’ultimo trimestre 2011 ha segnato un calo del 3% rispetto al trimestre precedente tornando ai livelli di inizio 2010. La spiegazione che da Ismea a questo sensibile calo è spiegato dalla flessione della domanda interna e dal lieve accumulo delle scorte.
L’aumento dei prezzi delle materie prime nonché di quelle energetiche, hanno penalizzato l’industria alimentare provocando ripercussioni negative sulla domanda finale dei beni di consumo alimentari.
Il sentiment degli operatori intervistati da Ismea confermerebbero una previsione per il 2011 di sostanziale prudenza, indicando una incertezza complessiva sul settore alimentare dovuta in parte alle recenti difficoltà geopolitiche dell’area mediterranea e, dall’altra, al peggioramento della congiuntura economica.

image_pdfimage_print