Gusti alimentari nel take away

Alsazia a Milano
28 maggio 2012
Pesce, si cambia
28 maggio 2012
image_pdfimage_print

pizza-napoletanaUna ricerca che disegna il panorama del gusto in nove paesi europei, più il Canada. L’ha realizzata, indagando tra i suoi clienti, JustEat Italy, filiale italiana del gigante del take away mondiale, sulle preferenze culinarie nel take away, focalizzandosi in particolare sulla pizza. Gli stati coinvolti sono: Regno Unito, Danimarca, Belgio, Norvegia, Spagna, Svizzera, Irlanda, Olanda, Canada e ovviamente Italia.
Evitando di fare la domanda ai clienti italiani, cinque stati su nove (Danimarca, Belgio, Norvegia, Svizzera e Canada) votano la cucina italiana come la preferita, mantenendosi comunque tra le prime tre nei rimanenti paesi. Tra le cucine che destano curiosità e buone performance risultano poi la cinese e la giapponese, mentre new-entry è la cucina turca.
Nel focus dedicato alla pizza, nei diversi paesi essa assume diverse modalità di interpretazione sconosciute in Italia: un esempio su tutti, la pizza Hawaii, con ananas e prosciutto. Ma quando si tratta di indicare la preferita il voto cade in maniera diffusa sulla pizza Margherita. Che, in Italia, contende la classifica con la pizza salamino (generalmente conosciuta come “diavola”) e la pizza con i funghi seguite dalla pizza siciliana e romana.
Ogni Paese ha le proprie tradizioni e abitudini ma, secondo quanto riportato dallo studio di JustEat, ci sono delle tendenze simili che accomunano i paesi europei e il Canada. La prima è senza dubbio la forte crescita di attenzione verso i servizi di consegna a domicilio. I giorni in cui si ordina di più sono il sabato e la domenica mentre il lunedì e il martedì sono i giorni più quieti. Il giorno in cui si registrano più ordini è senza dubbio l’1 gennaio a eccezione del Belgio dove il Giorno dell’Armistizio (11 novembre) rimane in pole position.
“La ricerca effettuata da JustEat ha evidenziato alcuni elementi importanti. Primo tra tutti che la cucina italiana è decisamente la più amata in assoluto e questo ci riempie di orgoglio. Le differenze regionali portano a una personalizzazione delle cucine e a estendere le barriere culinarie a tutto il mondo, con un’attenzione predominante alle cucine asiatiche” ha dichiarato Benvolio Panzarella, Direttore Generale di JustEat.it. “La possibilità di ricercare facilmente un piatto giapponese, una pizza italiana e dei noodles è reso possibile da realtà come JustEat che in pochi click permette di avere a casa propria il meglio delle cucine internazionali” ha concluso Panzarella.
Per saperne di più: www.justeat.it

image_pdfimage_print