Nasce a Ferrara il Consorzio PeraItalia

Alla Francia il Bocuse d’Or
31 gennaio 2013
Nuova PAC: 44 milioni di euro all’Italia
31 gennaio 2013
image_pdfimage_print

La prima azienda italiana del comparto.

L’Italia è il primo paese al mondo nella produzione agricola di pere, frutto versatile perfetto come spezza-fame, adatto in pasticceria e interessante negli abbianamenti culinari tutti. D’ora in poi l’Italia potrà vantarsi di una alleanza, produttiva, organizzativa e commerciale, che rappresenterà questo frutto sul mercato internazionale: nasce infatti il consorzio PeraItalia, che accorpa nove grandi imprese di settore, Unacoa (gruppo Salvi), Spreafico, Granfrutta Zani, Naturitalia, Partfrut, Orogel Fresco, Pempacorer, Opera e Bergonzi.
Un consorzio che parla emiliano, per diverse ragioni: Unacoa, Partfrut, Opera e Bergonzi sono aziende ferraresi, territorio che da solo copre una produzione di pere, in larga misura di qualità Abate, pari a 2.500.00 di quintali annui; inoltre, ferraresi sono anche il Presidente Luciano Torreggiani (Partfrut) e il vice Mauro Grossi (Unacoa), che hanno entrambi espresso grande approvazione per la realizzazione del comparto: “Era da anni che auspicavamo un’aggregazione fra operatori del mercato, sia privati che cooperativi, per poter affrontare da protagonisti il mercato internazionale forti di un unico marchio”.
PeraItalia diventa così la prima azienda Italiana del settore, con il 12 % del totale della produzione nazionale ed oltre il 25% del totale della produzione di Abate Fetel, la qualità più pregiata, vera regina del made in Italy.

image_pdfimage_print