Pastry Camp 2015: una fucina di campioni

Cene chic a quattro mani all’Unico Milano
13 luglio 2015
L’arte di Picasso incontra i vini di Cuvage
13 luglio 2015
www.ristorazionecatering.it
image_pdfimage_print

Nelle sue 36 edizioni (la 37esima è in agenda dal 23 al 27 gennaio 2016), il Sigep di Rimini Fiera ha dimostrato di essere non solo mostra, spettacolo e competizioni, ma anche fucina di talenti per le nuove generazioni di professionisti. Non per niente, il Salone internazionale gelateria, pasticceria e panificazione artigianali è anche al fianco di CAST Alimenti, la scuola dei mestieri del gusto, nella realizzazione della IV edizione di Pastry Camp, un’iniziativa ideata dal pasticcere Roberto Rinaldini e organizzata da CAST Alimenti in collaborazione, oltre che con SIGEP, con Pasticceria Internazionale, Conpait/Confederazione Pasticceri Italiani, AMPI/Accademia Maestri Pasticceri Italiani e Coupe du Monde de la Pâtisserie.
La prossima edizione di questo atteso evento formativo si svolgerà dal 21 al 25 settembre prossimi presso la sede di CAST Alimenti a Brescia. Sono 100 i posti disponibili per queste giornate di alta formazione, assolutamente gratuite (è richiesto solo un contributo spese per il vitto) e pronte a preparare i giovani talenti ad affrontare le competizioni internazionali del settore, e a fornire esperienze e conoscenze preziose per lo sviluppo e la gestione della loro attività quotidiana.
Al Camp parteciperanno autorevoli maestri della pasticceria, quali Leonardo Di Carlo, Davide Malizia, Gianluca Fusto, Davide Comaschi, Francesco Boccia, Emmanuele Forcone, Fabrizio Donatone. Inoltre, interverranno due colonne dell’alta pasticceria come Iginio Massari e Gino Fabbri, accanto ad altri testimoni del settore come lo stesso Rinaldini e Vittorio Santoro, presidente e direttore di CAST Alimenti. “Pastry Camp – afferma quest’ultimo – sensibilizza i giovani attraverso le dimostrazioni dei maestri e dei partecipanti ai concorsi internazionali, i quali trasmettono la professionalità necessaria per svolgere il mestiere del pasticcere, basato su rigore, impegno, costanza e passione. Sia chiaro, questo lavoro non è solo sacrificio, ma richiede di coniugare tutti questi aspetti. Pastry Camp propone dimostrazioni e incontri allargati ad altri orizzonti del cibo per un’intersecazione di competenze, dal pasticcere al gelatiere, al cuoco. Tutto il gruppo, i maestri e gli operatori intervengono a titolo gratuito, al fine di valorizzare la categoria e rendere i giovani colleghi ambasciatori di questo mestiere nel mondo”.
Per il secondo anno, il Pastry Camp darà spazio anche a panificazione e gelateria. Tra i temi previsti nel programma di studio, infatti, accanto a cioccolato, dessert al piatto e ghiaccio, figurano la pièce di gelato e i pezzi artistici della panificazione. Il 24 settembre, inoltre, si svolgerà la selezione italiana di “The Star of Chocolate”, la competizione tra cioccolatieri in programma al prossimo SIGEP. Restando in tema di concorsi, tra i docenti spicca il pasticcere Gianluca Fusto, che, come ci anticipa, parlerà “Del rapporto tra concorrente e allenatore, una tematica nuova, che evidenzia come ci debba essere una fiducia completa tra le parti. Durante i concorsi ci sono momenti difficili da affrontare ed ecco quindi l’importanza del sacrificio (orari da rispettare, impegno emotivo): ci si mette in gioco e ci sono regole da seguire, utili, tra l’altro, anche nella vita quotidiana, in cui è fondamentale saper controllare emozioni e stati d’animo di fronte alle difficoltà”.

Mariangela Molinari

 

 

image_pdfimage_print