Torna iba, il mondo della panificazione si riunisce a Monaco

Dal 7 marzo, il salone internazionale Olio Capitale
5 marzo 2015
www.ristorazionecatering.it
Buoni pasto: società concordi su un POS unico
5 marzo 2015
www.ristorazionecatering.it
image_pdfimage_print

Stanno facendo il giro del mondo per presentare a tutti le novità della prossima edizione della manifestazione simbolo della panificazione, iba, che si svolgerà a Monaco dal 12 al 17 settembre prossimi.
Peter  Becker, presidente dell’Unione Internazionale dei Panificatori (UIB) e Dieter Dohr, direttore generale di GHM hanno incontrato la stampa in occasione della tappa milanese del loro tour nelle principali città europee e nel resto del mondo.
Ogni tre anni torna questo importante appuntamento che coinvolge panificatori e pasticceri e rappresenta un momento importante per tutti gli operatori del settore. “Una cadenza scelta appositamente – ha spiegato Dieter Dohr – perché rappresenta il periodo ideale durante il quale le aziende progettano e realizzano le innovazioni tecnologiche che nei 3 anni successivi guideranno il mercato. Sono già 1250 gli espositori che hanno confermato la loro presenza ma per settembre prevediamo che aumenteranno almeno del 5%. L’Italia è al posto d’onore dopo la Germania con 168 aziende e uno spazio occupato di 13.000 mq, il 20% della superficie espositiva totale”.
Molte le novità di iba 2015 annunciate da Peter Becker: innanzi tutto la seconda edizione di iba-summit, il congresso internazionale dell’industria dei prodotti da forno che si svolgerà il giorno prima dell’apertura della fiera, avrà come protagonisti illustri rappresentanti del settore e proporrà esempi di case history significativi come quelle del francese Eric Kayser, un’autorità tra gli imprenditori e quella di Josef Hinkel, discendente di una vera dinastia di panificatori tedeschi. Una speciale mostra dedicata al caffè, Coffee World, e un intenso programma fieristico che comprenderà 3 concorsi: iba Cup, la competizione internazionale tra panificatori, il campionato nazionale tedesco di panificazione e il concorso internazionale di pasticceria che prepara un ulteriore sviluppo per il 2018 con una sezione dedicata ai nuovi talenti. Vasta parte dell’area fieristica sarà riservata al packaging, inteso sia come macchine, materiali e innovazioni e, tra i contenuti, ampio risalto sarà dato al tema della sicurezza alimentare, delle intolleranze e alle nuove tendenze di pasticceria. Per facilitare i contatti tra gli operatori saranno organizzate visite guidate alle principali aziende tedesche.
“Resta immutato – ha detto Peter Becker – il taglio che iba ha assunto negli anni e che è il suo punto di forza: l’insieme dell’industria e dell’artigianato, entrambi i settori rappresentati in una panoramica completa del mercato. In Germania sono 13.000 i panificatori artigiani con quasi 290.000 addetti per un fatturato di oltre 13 miliardi. L’industria della panificazione rappresenta però una quota rilevante dovuta al profilo demografico delle città tedesche dove la maggior parte delle famiglie è costituita da single e i consumi fuori casa sono in continuo aumento. Per questo il 60% del pane proviene dalla grande distribuzione dove i forni per la finitura di pane surgelato sono ampiamente diffusi. Così come nella ristorazione che, per la quasi totalità, impiega prodotti da forno surgelati”.
Monaco attende 70.000 persone provenienti da 160 Paesi. Sarà una grande fiera e una grande festa…non dimenticate, due giorni dopo avrà inizio Oktoberfest.

Marina Caccialanza

image_pdfimage_print