I vincitori di Cheese Award

polpa-pomodoro-mutti
La tracciabilità del pomodoro Mutti
16 maggio 2011
Academia Barilla contro la falsa cucina italiana
16 maggio 2011
cheese-award
image_pdfimage_print

cheese-awardL’appuntamento di Cheese Award è di quelli ambiti, sia per l’eccellenza della giuria, composta da ristoratori ed esperti scelti da FIPE e presieduta da Lino Stoppani (presidente di FIPE stessa), sia per la vetrina in cui si svolge: Tuttofood 2011, che quest’anno ha segnato il 33% di visitatori professionali in più, 40.000 contro i 30.000 dell’ultima edizione.
Ad aderire al concorso sono stati 51 produttori di formaggi d’eccellenza, di questi sono stati 14 i premiati. Prodotti particolari, con caratteristiche che vanno dalla più pura tradizione ad una visione innovativa e multietnica come, in quest’ultimo caso la Mozzarella di Bufala Campana che l’Agrozootecnica Marchesa di Enrico Parente ha realizzato con caglio vegetale.
“Abbiamo pensato ad una mozzarella che potesse essere gustata anche da chi soffre di intolleranze alimentari o è vegetariano; ma anche da chi, per motivi etici o religiosi, non può consumare alcuni prodotti alimentari” racconta Enrico Parente, pienamente soddisfatto del riconoscimento.
Insieme a lui sono stati premiati: i Fratelli Scollo per il caciocavallo siciliano “Ragusano Dop”, l’azienda Mario Costa con il Gorgonzola “piccante” Antica Bontà, le Fattorie Fiandino per l’Ottavio e Lou Bergier, i fratelli Pozzalli per la “Raspadura” e la “Lodigrana” in sacchetto salvafreschezza Bella Lodi, la casa Arrigoni Valtaleggio con il “Rossini”, la Toniolo Casearia (per i formaggi Nonno Tito Casaro, Menta, Capruccio, Pincion Riserva, Morlacco), la CaseariaCarpenedo per i formaggi Monteo, Basajo, Baronerosso, Casarrigoni con il formaggio di pasta molle Roccolo Valtaleggio, la Delizias.p.a. per il caciocavallo stagionato in grotta, il Caseificio Gennari Sergio & figli, l’azienda il Forteto per il pecorino toscano dop ‘oro antico’, il pecorino Re Nero, il pecorino ‘Brinata’ formaggio muffettato di pecora ed infine la Fattoria della Piana, azienda che con il suo “pecorino calabrese” riserva max è riuscita ad aggiudicarsi il prestigioso riconoscimento per la terza edizione consecutiva.

Per saperne di più: http://www.tuttofood.it/

image_pdfimage_print