Madia Expo, dal 31 marzo al 2 aprile a Sacile
29 Marzo 2019
Sfidarsi, il segreto per raggiungere
3 Aprile 2019

Be My Guest, la condivisione geniale della pasticceria artigiana

Vincenzo Santoro e la sua Pasticceria Martesana accolgono Paco Torreblanca e il suo genio creativo, perché la pasticceria è un patrimonio universale, un piacere per le genti di tutto il mondo. È qualcosa che va condiviso e gustato in amicizia.

Questo deve aver pensato il Maestro Vincenzo Santoro, patron e anima della storica Pasticceria Martesana di Milano quando ha deciso di avviare questo progetto internazionale di scambio culturale con colleghi di tutto il mondo.

Be My Guest è un progetto ambizioso; un pastry chef straniero, periodicamente, realizzerà una ricetta originale, creata appositamente per la Pasticceria Martesana che la proporrà in vendita alla sua clientela per 6 mesi. Un’edizione unica, insomma, una specialità irripetibile firmata di volta in volta dai nomi più importanti della pasticceria internazionale.

Il primo ad aver accolto l’invito, e amico di sempre per Enzo Santoro fin dagli anni della formazione, lo spagnolo Paco Torreblanca, protagonista della pasticceria spagnola di altissimo livello ma noto anche in Italia al grande pubblico grazie alle sue apparizioni televisive. Professionista di grande spessore e geniale creatore di dolci ineguagliabili per tecnica, raffinatezza e gusto, il Maestro Torreblanca è uno dei divulgatori più fini e competenti dell’arte pasticcera e definisce questo progetto: “Straordinario nella sua linearità, perché rappresenta l’universalità della pasticceria, lo spirito di condivisione che accomuna i veri professionisti e il piacere di offrire al pubblico il risultato delle loro ispirazioni e della loro conoscenza.”

“Paco Torreblanca – afferma Enzo Santoro – che conosco e ammiro da tanti anni, è nato Maestro, nel senso ampio del termine; non poteva essere che lui il primo portavoce di questa nuova stagione della pasticceria condivisa. L’amicizia si misura in tante cose, la grandezza si rivela nella generosità. Questo dolce, Chocolate al Horno, è la vera essenza del carattere di Paco, la semplicità che si ottiene solo con il genio di una mente brillante”.

E semplice, in apparenza, lo è veramente Chocolate al Horno: base di frolla alla vaniglia, crema di mandorle e ganache al cioccolato, lunghi ricci di cioccolato a decorarla. Una torta da viaggio, conservabile e trasportabile, adatta a ogni occasione conviviale e golosa. Potrebbe sembrare un dolce banale eppure manifesta nella sua semplicità tutta la capacità di espressione che si ottiene solo con l’equilibrio, perfetto, di ogni minimo componente. È il frutto di un’esperienza profonda e di una sensibilità speciale.

Presentato in anteprima a completamento della collezione primavera/estate di Martesana – la Torta Perla, freschezza al limone, e la Torta Duomo, icona della tradizione e storica ricetta made in Martesana – Be My Guest è un esempio dello spirito universale che ispira i protagonisti della pasticceria mondiale, così come ha testimoniato il secondo ospite dell’occasione, Stanislao Porzio, fondatore e patron della popolare manifestazione Re Panettone che ha avuto per prima il merito di portare all’attenzione del consumatore quel prodotto ormai universalmente apprezzato che è il Panettone, nato a Milano e ormai diffuso in tutto il mondo.

Porzio ha lanciato un’iniziativa interessante: una petizione volta a far riconoscere l’Arte e le Tradizioni nella storia del Panettone e dei pasticceri di Milano Patrimonio Immateriale dell’Umanità UNESCO, per salvaguardarle anche nel futuro. “L’identità del Panettone rischia di essere messa di discussione ma non è l’industria – ha affermato Porzio – a minacciare il prodotto artigianale; anzi proprio l’industria ha contribuito alla sua diffusione, pur con regole produttive differenti. È l’uso indiscriminato di semilavorati e processi produttivi standardizzanti da parte di troppi artigiani che mortifica l’arte del pasticcere. Questa petizione vuole ottenere il riconoscimento UNESCO, per tutelare la cultura che avvolge e sostanzia questo prodotto in tutto il mondo”.

Stanislao Porzio, Vincenzo Santoro e Paco Torreblanca, e con loro i pasticceri artigiani, invitano tutti a firmare la petizione – con un’azione completamente gratuita ha sottolineato Porzio – al link  http://chng.it/nrYwdLdV4G.

Marina Caccialanza

Print Friendly, PDF & Email