Carmelo Nigro, presidente di Cateringross, racconta lo scenario distributivo
22 Aprile 2020
MELIUS: c’è solo un futuro, partire da prima del Coronavirus
24 Aprile 2020

Fipe lancia #buooono, il ristobond per ridare liquidità e speranze ai ristoranti

Fipe, Federazione Italiana Pubblici Esercizi, lancia l’idea di ristobond per sostenere il settore della ristorazione messo in ginocchio dall’epidemia da coronavirus e dalle misure restrittive imposte dal Governo.
L’iniziativa consiste nel mettere insieme un atto di acquisto e un atto di solidarietà, comprando un “Buooono” per un pranzo, una cena o un aperitivo, che al momento del suo utilizzo, quando il lockdown sarà finito, avrà un valore superiore fino al 25%.
Per questo scopo e per favorire il contatto tra i ristoratori e i loro clienti, è stata creata la piattaforma cirivediamopresto.it  che, oltre ad essere di buon auspicio già dal nome, è uno strumento che consentirà di effettuare gli acquisti direttamente a favore dei ristoranti.
Il progetto è stato reso possibile dalla collaborazione con Nexi, la PayTech leader dei pagamenti digitali in Italia, che ha messo a disposizione XPay, il gateway che consente di accettare pagamenti online a condizioni vantaggiose. Con l’iniziativa di Fipe, le somme versate dai clienti vanno direttamente ai ristoranti, e per i ristoranti Nexi ha garantito condizioni speciali in merito a canone mensile e commissioni sulle transazioni.
Lino Enrico Stoppani, Presidente di Fipe Confcommercio, ha dichiarato a proposito di questa iniziativa: “Rimettere in contatto i ristoratori con la propria clientela è il primo passo per ripartire. Attraverso questa iniziativa, che certamente non ha la presunzione di ribaltare la situazione, cerchiamo anzitutto di dare un segnale di speranza ricostruendo una relazione fiduciaria tra i ristoratori e i propri clienti e se poi arrivano subito anche un po’ di risorse non potranno che fare bene alle imprese. Oggi l’obiettivo è ripartire presto sapendo che ci aspetteranno tempi ancora difficili perché il virus sta modificando profondamente le nostre abitudini.”
Quattro i tagli di #Buooono: 15 euro, 25 euro, 50 euro e 100 euro. In questo modo qualsiasi tipologia di locale può aderire all’iniziativa, dal bar al pub, dal ristorante alla pizzeria. Al momento della cena, della pizza o dell’aperitivo il #Buooono avrà un valore più alto, fino al 25% in più di quanto è stato pagato.
Con la consapevolezza che il settore è tra i più in crisi dell’intera economia italiana, Fipe cerca con questo progetto di appoggiare il rilancio, per iniettare la liquidità necessaria a tamponare l’emergenza e sollevare le prospettive di chi in questo momento ha dovuto chiudere la propria attività senza alcuna certezza sul futuro. Un primo passo per infondere fiducia. 

Marina Caccialanza

Print Friendly, PDF & Email