La Chiocciola di Portomaggiore: la famiglia Migliari fa scuola da 70 anni
22 Marzo 2019
Jeremy Chan, il nuovo talento della gastronomia internazionale
25 Marzo 2019

Mediterranean Cooking Congress, la sesta edizione il 24 e 25 marzo

Sarà il porto di Castellammare di Stabia ad ospitare la prima tappa del Mediterranean Cooking Congress 2019, l’evento ideato sei anni fa da Luisa Del Sorbo di By Tourist per far incontrare le culture gastronomiche che il Mediterraneo unisce.
“Un evento di grande importanza per la nostra città – afferma il sindaco Gaetano Cimmino – “grazie al supporto della società By Tourist di Luisa Del Sorbo abbiamo avviato l’iter per la candidatura delle 28 sorgenti stabiesi a Patrimonio Naturale Unesco e siamo in attesa di conferma da parte dei referenti ministeriali. I prossimi 24 e 25 marzo si accenderanno i riflettori su una risorsa idrica importante per il nostro eco- sistema intervenendo in prima linea, creando una sinergia unica tra pubblico e privato, contribuendo alla tutela della risorsa Mare, fondamentale per l’economia della nostra città e del Paese”.
Da queste parole si evince come questa manifestazione abbia fatto presa, con un lento e determinato lavoro, anche per la valorizzazione dei luoghi in cui viene ospitata.
Il programma è quanto di più ricco possa esserci, presentato in diverse conferenze stampa, tra cui una a Milano a Capperi… che pizza, il locale voluto dalla famiglia Acciaio che ha dato vita all’Associazione Pizza Napoletana Gourmet, con l’obiettivo di rendere sempre più contemporanea la pizza.
L’Associazione Pizza Napoletana Gourmet è anche uno dei numerosi partner che sostengono il festival.

Il programma stabiese del 24 e 25 marzo inizia  con una cena inaugurale di beneficenza a favore dell’Associazione MareVivo, in programma sabato 23 marzo al Mare Vivo Restaurant in via Duilio a Castellammare, adiacente alla sorgente dell’Acqua della Madonna. Una cena spettacolo dal tema “La Cucina nel teatro e nella Poesia, a Napoli dal 600 ad oggi. Dallo street food di Viviani al ragu’ di Eduardo” a cura del giornalista Giuseppe Goirgio.
Domenica 24 marzo le Antiche Terme di Stabia con le 28 fonti stabiesi saranno accessibili al pubblico dalle 9.00 alle 13.00 e adiacenti alle fonti e sorgenti della città, dentro e fuori alle Terme, ci saranno degli info point dell’Associazione Mare Vivo con borracce in alluminio create ad hoc, per la raccolta fondi e per sensibilizzare l’utenza a non utilizzare la plastica o oggetti usa e getta, bensì materiale facilmente lavabile e riutilizzabile nel tempo.
Gli spazi adiacenti alle sorgenti stabiesi il 24 e 25 marzo saranno invece allestiti per convegni, laboratori tecnici ed educational con focus sulle materie prime del Mediterraneo. Qui alle ore 10,  domenica sarà ufficializzata e comunicata la candidatura delle 28 sorgenti stabiesi a Patrimonio Naturale Unesco.
Seguiranno ogni giorno alle ore 13 i corsi dell’Associazione Pizza Napoletana Gourmet a cura di Michele Armano del Gambero Rosso con l’intervento di Cristina Basso, esperta di senza glutine, e Salvatore Kosta per l’idratazione degli impasti. Per l’occasione interverranno Luigi Acciaio, Presidente dell’Associazione Pizza Napoletana Gourmet, e il vice Presidente Giancarlo Panico. Seguirà il laboratorio su Latte di Mandorla dello storico brand Mennella di Torre del Greco con Fosca Tortorelli di Identità Golose. A concludere gli appuntamenti della giornata nell’Area Meeting ci sarà la presentazione dei progetti equo e solidali delle associazioni territoriali su acqua e alimentazione nei Paesi in via di sviluppo del Mediterraneo e sulla tutela del Mare con la CPS e l’osservatorio civico Onda Blu.
Ci sarà naturalmente uno spazio completamente dedicato agli show cooking, con Gico – Grandi Impianti Cucine, sul battello a due piani “Cafe’ Do Mar” accanto alle fonti di Acqua della Madonna ed Acidula. Si partirà il 24 marzo alle ore 12 con Mauro Uliassi, 3 stelle Michelin e 5 cappelli de L’Espresso, di Senigallia; con Hilde Soliani, artista dell’olfatto e del gusto. Alle ore 13.30 seguirà lo stellato Vincenzo Guarino del lussuoso 5 stelle Mandarin Oriental sul Lago di Como. Seguirà Pietro D’Agostino, una stella Michelin e 1 Cappello Espresso, chef patron del ristorante La Capinera di Taormina. A coordinare gli interventi Edoardo Raspelli di Mela Verde con Alessandra Natali del Tg di Cafè Tv 24; e l’intervento straordinario di Fausto Arrighi, già direttore per 23 anni della Guida Michelin.
Nel pomeriggio continueranno i confronti culinari con lo chef Domenico Iavarone del Jose’ Restaurant di Torre Del Greco, entrato lo scorso anno nella guida Michelin e con un Cappello Espresso. A seguire interverrà Nino Di Costanzo, 2 stelle Michelin e 4 Cappelli Espresso, del Dani’ Maison di Ischia. Chiuderà la giornata lo chef Alfonso Porpora dell’innovativo brand Pastabar Leonessa dell’Interporto di Nola. A coordinare gli interventi ci saranno Gabriele Principato di Il Corriere della Sera e Nerina Di Nunzio di Food Confidential e La7.
Lunedì 25 marzo gli show cooking avranno inizio alle ore 10 con Enzo Vizzari, direttore de Le Guide ai Ristoranti de L’Espresso, e gli chef Domenico De Gregorio, chiocciola d’oro Slow Food della Penisola Sorrentina, da sempre portavoce di iniziative per la tutela del gamberetto di Nassa con l’Area Marina Protetta di Punta Campanella. Interverrà Gennaro Esposito, 2 stelle Michelin de La Torre del Saracino di Vico Equense, per raccontare i progetti di ricerca portati avanti con CNR e Associazione Mare Vivo per il riconoscimento ufficiale a livello ministeriale della Medusa come alimento e per l’occasione sarà lanciato un contest aperto a tutti gli chef, in Italia e all’estero, per inviare le proprie ricette con Medusa all’associazione Mare Vivo, già all’opera al riguardo per la realizzazione di una pubblicazione europea. A chiudere la mattinata ci sarà Maicol Izzo del ristorante stellato Piazzetta Milù di Castellammare di Stabia con un impasto di pane creato con l’Acqua Acidula della città e utilizzata per la “Scarpetta” nel pentolino di ragù napoletano. Nell’area Cafe’Do Mar seguirà infine il corso sull’alimentazione per bambini a cura di Rosaria Castaldo de Il Corriere del Mezzogiorno e la Maestra Pasticciera Anna Chiavazzo di Il Giardino di Ginevra.
Nell’area meeting intanto continueranno lunedì 25 marzo gli educational sulle materie prime del Mediterraneo. Si partirà con “Il Grano che Cresce” e la presentazione e degustazione a cura di Oscar Leonessa del Pastificio Artigianale Leonessa della linea Fior di Grano 100% Campania, prodotta con grano coltivato a Vallesaccarda con metodo Nobile. Per l’occasione interverrà Roberto Rubino, Presidente Anfosc.
Alle ore 12 la scrittrice Cinzia Scaffidi presenterà il libro di Slow Food Editore “Che mondo sarebbe. Pubblicità del cibo e dei modelli sociali” con la giornalista Santa di Salvo di Il Mattino. Da rilevare lunedi 25 marzo i giochi della gioventù con “Servizio a Regola d’Arte” per gli istituti alberghieri della Campania e la chiusura dell’intera manifestazione con la visita alle ore 15.30 all’Area Marina Protetta di Punta Campanella.
Poi il congresso avrà altre due tappe importanti nel corso dell’anno: a Venezia il 30 settembre, a Taormina il 28 ottobre. E si navigherà verso la Grecia il 1° ottobre.
Focus del 2019 sono “acqua e pesca”. Acqua intesa come risorsa primaria per il genere umano e fondamentale per alimentare il Mediterraneo, osservando quindi le risorse idriche delle coste italiane e, con progetti di marketing specifici, puntare alla tutela di tali risorse, avvalendosi di enti di ricerca e formazione, istituzioni, associazioni e società specializzate.
“Cultura culinaria, tradizione gastronomica, rispetto dell’ambiente e tutela del mare; sono questi gli ingredienti messi in campo per Alimentare il Mediterraneo – racconta Luisa Del Sorbo, ideatrice del Med Cooking Congress – e come sempre da 6 anni, navigheremo sulle coste del Mediterraneo. Dopo le tappe già fatte in Spagna e Croazia, in autunno infatti, viaggeremo verso la Grecia; per poi tornare in Sicilia e tra Stretto di Messina, Taormina e Etna porteremo come ospiti in Sicilia gli chef di ben 10 nazioni del Mediterraneo”.

www.cookingcongress.com

Print Friendly, PDF & Email