Chic, riparte dal Sud e da Angelo Sabatelli
30 Luglio 2020
Calici di Stelle 2020, l’Italia brinda
30 Luglio 2020

Olitalia, partner dell’evento Beach4Eat sulla Riviera Romagnola con Frienn

Se c’è una cosa che, a tavola, mette tutti d’accordo, questa è senza dubbio il fritto. Deve però essere fatto bene, con i giusti ingredienti e un buon olio, così da poter essere gustato, nelle giuste quantità, senza sensi di colpa anche da chi è particolarmente attento ai valori nutrizionali. In effetti, che sia consumato in un ristorante stellato o come street food, c’è fritto e fritto. E a fare la differenza è, ça va sans dire, l’olio utilizzato. Lo sa bene Olitalia, azienda forlivese altamente specializzata nel foodservice, in cui è leader in Italia, che ha creato Frienn, un olio specificamente pensato per la frittura (come suggerisce il suo stesso nome, che in dialetto campano significa “friggendo”), prodotto con olio di semi di girasole coltivati e lavorati esclusivamente in Italia, ad alto contenuto di acido oleico (80%), con l’aggiunta di antiossidanti (tocoferoli ed estratto di rosmarino) e privo di olio di palma. La sua formulazione, tutelata addirittura da un brevetto italiano, garantisce la completa assenza di schiuma in frittura, grazie alla stabilità alle alte temperature e all’elevato punto di fumo, che evita che i cibi possano bruciare esternamente. Inoltre, rispetta il loro sapore e colore originali e, addirittura, li esalta: un comportamento che è stato valutato attraverso appositi test effettuati dal Dipartimento di Scienze e Tecnologie agro-alimentari dell’Università di Bologna.

Queste caratteristiche rendono Frienn un olio molto adatto alle preparazioni dell’estate, la stagione in cui, anche in spiaggia, i fritti vanno per la maggiore. Tra le tante iniziative che Olitalia sostiene e che vedono Frienn come attore protagonista figura Beach4Eat, un tour ideato nel pieno rispetto delle regole di distanziamento sociale, che ha preso il via il 25 luglio scorso e animerà in sei appuntamenti gli stabilimenti balneari delle spiagge adriatiche. Dopo il Bagno Adriatico a Cesenatico ecco i prossimi appuntamenti:
• 1 agosto Bagno 169 di Cervia (Ra)• 8 agosto Wave di Punta Marina (Ra)• 16 agosto Villaggio Polo Est di Bellaria Igea Marina (Rn)• 22 agosto Coco Loco di Marina di Ravenna • 29 agosto Tiki Bagno 26 di Rimini.

Chi non fosse in zona, potrà sempre ispirarsi a un paio di ricette inedite di fritti d’autore che vi proponiamo.

Polpette di merluzzo e patate
di Pasquale Torrente, chef del ristorante Al Convento di Cetara (Sa), soprannominato “il re dei fritti”, che ha collaborato alla nascita di questo olio.

Ingredienti per 30 polpette• 500 g di filetti di merluzzo freschi• 300 g di patate• 1 uovo • 1 cucchiaio di olio extra vergine d’oliva• sale fino• prezzemolo fresco tritatoPer impanare:• 1 uovo• pangrattatoPer friggere:• 1 litro di Frienn

ProcedimentoDopo averne lavato bene la buccia, porre le patate in una pentola di acqua fredda. Portare e bollore e farle cuocere per circa 30 minuti, fino a quando, punzecchiandole con una forchetta, risulteranno morbide. A parte cuocere il merluzzo a vapore per 7 minuti. Sbucciare le patate ancora calde e schiacciarle con uno schiacciapatate in una ciotola capiente. Unire i filetti di merluzzo e mescolare con una forchetta. Aggiungere l’uovo, l’olio extra vergine d’oliva e condire con sale e prezzemolo. Mescolare gli ingredienti fino a ottenere un impasto omogeneo.

Rompere l’uovo in un piatto e sbatterlo leggermente con una forchetta. Formare le polpette della dimensione di una piccola noce con l’aiuto delle mani e passarle prima nell’uovo sbattuto, poi nel pangrattato. Friggere con Frienn a una temperatura di 170°C per circa un minuto, finché le polpette saranno ben dorate e croccanti. Scolarle e lasciarle per alcuni istanti su della carta per fritti prima di servirle.

Pizza fritta con provola e ciliegie
di Vincenzo Esposito della pizzeria Carmnella di Napoli

Ingredienti per circa 4 pizzePer l’impasto• 3 g di lievito di birra fresco• 250 ml di acqua• 400 g di farina 00• 12 g di sale fino

Per la farcitura• 100 g di provola affumicata di Vico Equense, tagliata a piccoli cubetti• 80 g di ciliegie dei campi Flegrei, denocciolate e tagliate a metà• pepe nero di Rimbas macinatoPer friggere•1 litro di Frienn

ProcedimentoSciogliere il lievito di birra nell’acqua. In una ciotola versare la farina e quindi l’acqua, mescolando con un cucchiaio di legno. Quando la farina avrà assorbito tutta l’acqua, aggiungere il sale e impastare per almeno 10 minuti, fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo. Lasciare riposare l’impasto coperto con della pellicola per 15 minuti. Dividere l’impasto in quattro, ottenendo delle porzioni da 170 g l’una. Formare delle palline uniformi e lisce, riporle in un contenitore leggermente oliato, chiudere con il coperchio o della pellicola e lasciare lievitare in un posto fresco per almeno 6-8 ore.

Prelevare una pallina di impasto e stenderla con l’aiuto di poca farina in un disco di circa 22 cm di diametro. Disporre su una sola metà la provola a cubetti, le ciliegie e una spolverata di pepe nero macinato. Ripiegare l’impasto e chiuderlo a mezzaluna, premendo e sigillando bene i bordi.Friggere in olio Frienn a 185°C, girando la pizza in modo che cuocia bene su entrambi i lati. Scolarla quando sarà ben dorata e lasciarla alcuni istanti su della carta per fritti prima di servirla.

Print Friendly, PDF & Email