Daniela Cicioni: “Avvicinatevi alla dieta vegan senza etichette”
27 Marzo 2019
Patrick Ricci: quando cultura, estro e personalità finiscono sulle pizze
29 Marzo 2019

Salumi da Re, all’Antica Corte Pallavicina, dal 30 marzo

Visto il successo e la partecipazione riscontrati nelle edizioni precedenti, per la sesta volta Gambero Rosso e l’Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR) uniscono le forze per “Salumi da Re, il raduno nazionale di allevatori, norcini e salumieri”.

Sarà ovviamente un avamposto della cucina italiana e un simbolo della cultura del Culatello come il castello del gusto dei fratelli Luciano e Massimo Spigaroli, a Polesine Zibello (PR) a ospitare da sabato 30 marzo a lunedì 1 aprile 2019 un evento che chiama a raccolta i protagonisti della migliore produzione salumiera italiana e i grandi nomi della norcineria nazionale, coinvolti in convegni sui temi caldi della salumeria con la partecipazione di esperti del settore, immersi in un’atmosfera di festa punteggiata da degustazioni di salumi con i compagni di bicchiere e di piatto, mostra mercato di specialità norcine, birra, vini e bollicine, prodotti legati alla filiera salumiera.
Una tre giorni per degustare e scoprire nuovi prodotti, ma soprattutto per approfondire in una cornice unica i temi legati alla norcineria italiana di qualità. Testimonial d’eccezione di questa edizione lo chef Igles Corelli, Coordinatore del Comitato Scientifico di Gambero Rosso Academy.

Salumi da Re sottolinea l’importanza che la filiera salumiera italiana rappresenta per il settore agroalimentare del Paese. Focus specifici sui vincoli imposti dai disciplinari e di come questi possano influenzare le scelte dei singoli salumifici; gli allevamenti e le figure professionali correlate: saranno questi i principali argomenti che animeranno i convegni previsti nella tre giorni dedicata ai salumi. A sottolineare l’importanza una filiera di qualità, per questa edizione i fratelli Spigaroli hanno lanciato una sfida: la ricerca di un porcaro, un mestiere praticamente scomparso per riprendere l’antico uso di far pascolare i maiali nel bosco. Si parlerà inoltre di salumi realizzati con le carni meno nobili e di quelli ottenuti da carni non suine, del loro ruolo nella ristorazione e dei “compagni di viaggio” (dal pane alle spezie, fino al miele).

Per la prima volta sarà presentata la “Salumi da Re Hall of Fame”: un vero e proprio olimpo della norcineria italiana dedicato alle aziende che sin dalla prima edizione si sono contraddistinte per l’eccellenza della loro linea produttiva, contribuendo così a rendere Salumi da Re un punto di riferimento per addetti ai lavori e appassionati.

Non mancheranno il concorso “Il panino teen-ager: una cosa buona tra le mani”, alla sua quinta edizione e, per il terzo anno consecutivo, la Gara di taglio del prosciutto a mano e a macchina. La mostra mercato darà inoltre l’opportunità di assaggiare, degustare e acquistare specialità norcine e tutto ciò che è coinvolto nella filiera salumiera accompagnato da birra artigianale, vini e bollicine.

La tre giorni si concluderà lunedì 1 aprile con Centomani, di questa terra, organizzata dall’associazione CheftoChef Emilia-Romagna Cuochi in cui chef, produttori, gourmet ed esperti in materia agroalimentare si confronteranno sul futuro del cibo.
Mentre al Cavallino Bianco, l’altro ristorante della famiglia Spigaroli, sempre lunedì 1 aprile, si svolgerà un incontro, con 10 degustazioni guidate da Paolo Tegoni, tra le aziende del Franciacorta e i piatti di 10 ristoranti del Buon Ricordo.
Tre giorni da vivere in mezzo alla natura e al piacere.

www.fratellispigaroli.it

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email