Gli energy drink mettono le ali

Il risotto italiano in festival a Biella
19 aprile 2012
L’acqua San benedetto e il cinema di Woody Allen
19 aprile 2012
image_pdfimage_print

energy-drinkCresce con tendenza costante il mercato degli Energy drink, si rafforzano i marchi leader mondiali, vale a dire Red Bull e Monster e addirittura duplicano i dati di vendita degli “energy shot”, una tipologia di bevanda energetica che si differenzia dall’energy drink perché è più concentrata, cioè fornisce lo stesso contenuto di caffeina, vitamine e altri ingredienti funzionali in una minor quantità di prodotto (è solitamente venduta in bottigliette da 50 ml), contro i 250 ml degli energy drink.
Secondo il rapporto 2011 di Global Energy Drinks della Zenith International, società leader nelle ricerche e consulenze nel settore beverage, il consumo mondiale di energy drink è salito del 14% raggiungendo quota 4,8 miliardi di litri, con una crescita media negli ultimi cinque anni del 10% su base annuale e in volumi di oltre 1,5 miliardi di litri rispetto al 2007.
Ancora più allettanti sono le previsioni per il futuro: stando alle valutazioni di Zenith International, entro il 2016 il mercato globale dovrebbe crescere del 35% portandosi a 6,5 miliardi di litri.

Dove e come si consumano gli Energy drink. Il 56% degli consumi avviene nei bar e nell’ambiente domestico, mentre il 44% nei supermercati e negozi alimentari.
Il 79% del totale dei volumi è stato venduto in lattine, dato conseguente alla scelta dei brand più importanti di distribuire con questo packaging “slim”, che coniuga praticità e maneggevolezza in sintonia con le esigenze del consumo d’impulso.

La classifica dei paesi consumatori. Su 57 Paesi coperti dal Report Zenith la classifica vede, nell’ordine decrescente: Stati Uniti, Vietnam, Cina, Regno Unito, Tailandia, Messico, Australia, Germania, Polonia e Arabia Saudita.

Il mercato italiano. In Italia gli energy drinks rappresentano un mercato giovane, detenuto al 90% dal marchio Red Bull, la cui commercializzazione avviene per l’85% al di fuori dei canali della gdo, vale a dire in bar, discoteche e Autogrill.
Trattandosi di una merceologia soggetta alle regole dell’acquisto d’impulso, il futuro degli Energy drink all’interno del canale della gdo, dipenderà dall’esposizione visibile che sarà riservata a questa categoria.

info@zenithinternational.com – www.zenithinternational.com

image_pdfimage_print