Gualtiero Marchesi riceve il premio De Vilmont

www.ristorazionecatering.it
E se a casa vostra cucinasse Davide Scabin?
7 agosto 2014
Nel ricordo di un amico
7 agosto 2014
image_pdfimage_print

La Maison De Vilmont è situata nella rinomata Montagne de Reims, all’interno di una prestigiosa area Premiere Cru  a Rilly la Montagne, ed è stata acquisita dalla famiglia Serena, conquistando il primato di unico gruppo italiano proprietario di una cantina di Champagne.
Il motivo che li ha spinti a fare questa scelta lo ha sintetizzato Ivano Ghedin, responsabile De Vilmont, durante la serata di degustazione al Ristorante Da Giovanni a Cortina di Alseno (PC): “è la voglia dell’imprenditoria italiana di primeggiare nel mondo. La forza, la capacità e la conoscenza per saper produrre il meglio, anche in prodotti storicamente non nostri”.
Partendo da questa riflessione la famiglia Serena ha voluto realizzare la prima edizione di un premio De Vilmont che onorasse le individualità italiane che hanno fatto conquiste nel mondo.

“Sono in tanti, ma da subito il nostro pensiero è corso immediatamente al grandissimo Maestro Gualtiero Marchesi. Perché il cuoco Gualtiero Marchesi è capace di portare l’Italia nel mondo e a lui dobbiamo, come nazione, la capacità di comunicare l’arte dell’ospitalità ed il gusto per l’essenzialità come forma d’arte in cucina” ha spiegato Ivano Ghedin.
Nella terra vocata dello champagne, infatti, il Maestro Gualtiero Marchesi è simbolo ed icona di gusto ed innovazione nell’arte culinaria.
A fare gli onori di casa, nel corso della cerimonia che ha attribuito a Gualtiero Marchesi il titolo di Ambasciatore d’arte italiana nelle terre di Francia, è stato Renato Besenzoni che, insieme alla moglie Teresa cuoca Euro-Toques Italia, ha selezionato il perfetto menu De Vilmont.

Luigi Franchi

image_pdfimage_print