I nostri suggerimenti per Vinitaly

SalumiAmo con Bacco: il lusso di un gesto semplice
2 aprile 2014
www.ristorazionecatering.it
Sadler e Surgital: atto secondo
3 aprile 2014
image_pdfimage_print

Cosa farete dal 6 al 9 aprile? Venite a Vinitaly con noi! Se quattro giorni vi sembrano troppi da dedicare al più importante salone mondiale del vino e dei distillati ricredetevi leggendo questi numeri: oltre 4.100 espositori, 100mila mq netti coperti, almeno 120 Paesi in visita. Quattro giorni non basteranno per rendere grazie all’Italia (ma non solo) enologica, un comparto che ricordiamo genera un fatturato annuo di 12 miliardi di euro, dà lavoro a 1,2 milioni di addetti (con una crescita del 50% negli ultimi dieci anni) occupati in circa 450 mila aziende tra aziende vinificatrici e agricole.

 

Il nostro suggerimento allora è duplice. Primo, assecondate il vostro Gusto, andate a trovare il produttore che fa il vostro vino del cuore, riassaggiate quello che vi ricorda un momento speciale e, secondo, siate impavidi, provate anche ad avvicinarvi a realtà sconosciute, a vini per voi insoliti, affidatevi a chi ve li saprà raccontare facendo parlare l’unicità di un terroir prima ancora del nome. Eccovi qualche idea.

Valtellina Turismo sarà presente presso lo stand del Consorzio Tutela Vini di Valtellina al Palaexpo, Padiglione Lombardia, Stand ABCD 1: la presidente Giovanna Muscetti accoglierà i giornalisti lunedì 7 aprile dalle ore 12 alle 15 per una degustazione di piatti della tradizione e di vini e per scoprire itinerari e pacchetti turistici dedicati al wine tourism in Valtellina.

Marchesi dè Frescobaldi presenta in anteprima il nuovo vino del Castello di Nipozzano, il Nipozzano Vecchie Viti, prodotto nel cuore del Chianti Rufina DOCG, storicamente dedicato agli eredi della famiglia Frescobaldi, un vino che ha origine dalle viti più longeve (di oltre 40 anni) della tenuta, affinato 24 mesi in grandi botti di rovere. Degustazioni esclusive saranno condotte sulla terrazza dello stand (Pad 9 Stand C5): il 6 aprile alle 14 Lamberto Frescobaldi presenta Mormoreto 2011, Toscana IGT, e le 4 varietà in purezza – Cabernet Sauvignon, Franc, Merlot, Petit Verdot; il 7 aprile alle 12 Nicolò d’Afflitto conduce una verticale di Ripe al Convento di Castelgiocondo Brunello di Montalcino DOCG annate 2007, 2006 e 2001.

Lunedì 7 alle 15 al Padiglione 4 Stand E6 si terrà la tappatura delle prime bottiglie de Il Brutto, nuovo Prosecco Asolo DOCG con il fondo di Montelvini: Davide Paolini e i giornalisti presenti firmeranno e tapperanno le prime bottiglie che saranno spedite loro al termine della fermentazione in bottiglia.

Alla Tensostruttura Area D – C1/C2 presso lo Stand FISAR  ci sarà il Magis Time: degustazione dei vini  sostenibili certificati raccontati dai produttori  in compagnia di Francesco Villa, Miglior Sommelier Fisar 2013 e presentata dal Direttore della rivista Il Sommelier Roberto Rabachino, con i finger food di Tiziana Stefanelli, vincitrice di Masterchef 2 Italia. Domenica, 6 aprile – ore 13.30 e 17.00. Lunedì, 7 aprile – ore 16.00. Martedì, 8 aprile – ore 11.30 e 14.00.

Domenica 6 aprile alle 15 le prospettive del settore vitivinicolo e la nuova politica agricola comune saranno discussi nel convegno di Agrinsieme, il coordinamento tra Cia, Confagricoltura e Alleanza della cooperative italiane dell’agroalimentare (Auditorium Verdi).

Lunedì alle 11.15 nella Sala Salieri, Piano 1 del Centro Congressi Palaexpo si terrà il convegno “Nuove vie per il vino di qualità. Innovazione Eco-sostenibilità Fruibilità” condotto da Francesco Maurigi. Interverranno Paolo de Castro, Presidente della Commissione agricoltura al Parlamento Europeo, il direttore di Verona Fiere Giovanni Mantovani, Davide Rampello direttore artistico Expo 2015.

Un po’ di appetito? Niente paura, ci pensa lo chef Davide Oldani che lunedì dalle 12 alle 15 sarà allo stand di Cecchi (Pad 7 Stand D4).

Ma anche Slow Food: domenica 6 nello spazio Slow Food al Pad 10 Stand E4-F4 si presenta la Scuola di Cucina di Pollenzo, il progetto dell’Università di Scienze Gastronomiche dedicato ad appassionati e a chi desidera imparare una professione. Interveranno Paolo Ferrarini, manager didattico Unisg, Eugenio Signoroni, curatore Guida Osterie d’Italia, Galdino Zara, chef del ristorante Da Paeto di Pianiga e Vittorio Fusari, chef della Dispensa Pani e Vini di Adro. A seguire assaggi di alcune specialità proposte dagli chef.

Martedì 8 aprile alle 11.15 alla Sala Tulipano, ingresso A1 piano -1, Il Sannio nel Bicchiere, degustazione di quattro vini bianchi e quattro rossi condatta da Giancarlo Gariglio, curatore della guida Slow Wine, e Luciano Pignataro, giornalista e responsabile di Slow Wine in Campania, Basilicata e Calabria. E poi ancora Lievito & Lieviti, le degustazioni di pizze realizzate con le farine del Molino Quaglia in abbinamento con il Franciacorta Berlucchi, che ogni giorno animeranno lo stand Slow Food.

Speriamo abbiate prenotato l’albergo…

Alessandra Locatelli

image_pdfimage_print