Il modello Cevico, tra i primi dieci del vino italiano

www.ristorazionecatering.it
Le pizze del buon vivere
16 dicembre 2014
www.ristorazionecatering.it
La tavola di Ristorexpo rallegra il pianeta
17 dicembre 2014
www.ristorazionecatering.it
image_pdfimage_print

I risultati di bilancio 2013/2014, presentati alla recente assemblea dei soci, confermano il Gruppo Cevico tra i primi dieci player del vino italiano. Un successo che si esplicita in un fatturato consolidato (Cevico, Le Romagnole, Cantina dei Colli Romagnoli, Le Romagnole Due, Due Tigli, Sprint Distillery, Winex e Tenuta Masselina), pari a 127,761 milioni, un patrimonio netto salito a 66,619 milioni di euro (64,756 milioni lo scorso anno) ed un utile di 1,55 milioni. Un trend di crescita di lungo periodo che in quattro anni ha visto salire il fatturato del gruppo cooperativo di 25 milioni di euro (nel 2011 era a quota 102,265 milioni).
Il Gruppo Cevico è l’emblema di un modello che associa, in forma cooperativa, oltre 5000 viticoltori a conduzione diretta dei vigneti e che pone l’azienda lughese tra i primi dieci player del vino a livello nazionale. Il tutto per un grande vigneto di 6.700 ettari, con 1,3 milioni di quintali di uva lavorata. L’impresa opera su due stabilimenti di confezionamento (Lugo di Romagna e Forli) a conduzione diretta, con un terzo a Reggio Emilia nell’ambito della partnership con la Medici Ermete & Figli. La capacità di stoccaggio è di oltre 650.000 ettolitri di vino, le associate “Le Romagnole” e “Cantina dei Colli Romagnole” operano su 18 cantine di vinificazione ubicate in tutto l’asse Romagnolo, ben 24 i marchi gestiti, di cui uno dedicato alle produzioni biologiche.
L’export ha tocca quota 20,473 milioni di euro, pari al 22,3% del fatturato Cevico, confermandosi un segmento fondamentale per l’agroalimentare nazionale, anch’esso con una crescita di lungo periodo che in quattro anni l’ha visto salire di 13,7 milioni di euro.
Importanti nel 2014 la definizione di tre importanti partnership commerciali: Medici Ermete & Figli di Reggio Emilia, Istituto Tecnico Agrario “Scarabelli” di Imola, San Patrignano di Coriano di Rimini.
A presentare i dati sono stati il direttore generale Lauro Giovannini e il direttore amministrativo Massimo Gallina nel corso dell’assemblea generale dei soci che si è svolta all’Autodromo Internazionale “Enzo e Dino Ferrari” di Imola. L’Assemblea ha inoltre eletto i componenti del nuovo Consiglio di Amministrazione del Gruppo Cevico il quale ha confermato quale presidente per il prossimo triennio Ruenza Santandrea che nel suo intervento ha evidenziato come “c’è tanto futuro nella nostra identità più classica e Cevico è pronta a narrare un territorio che in prospettiva può andare molto oltre i numeri positivi presentati oggi all’assemblea di bilancio. La comunità di questi 5000 viticoltori ha un radicamento sul territorio e un patrimonio di identità che ne fa la protagonista della storia che la Romagna deve ancora raccontare”.
L’assemblea ha confermato alla vicepresidenza Carlo Frulli (presidente della Coop Le Romagnole) e Silvano Dalprato (presidente della Coop Cantina dei Colli Romagnoli). Con l’occasione è stato consegnato un premio speciale al socio Sergio Coralli che negli ultimi mesi si è prestato nella parte di “Ercole” nello spot televisivo del Sancrispino.

Per saperne di più: www.gruppocevico.com

image_pdfimage_print