Jacquesson Millésime 2002 espressione di unicità

Grande successo del Villaggio della pizza al Sigep
3 marzo 2011
Stato dell’arte del pomodoro da industria
7 marzo 2011
image_pdfimage_print

jacquesson-millesime-2002Arriva il Jacquesson Millésime 2002 della maison francese Jacquesson, derivato dai “Vins Clairs” delle migliori particelle dei Grands Crus di Avize e Ay, ai quali vengono aggiunti i vini delle migliori particelle di Dizy e Mareuil sur Aÿ, due Premiers Crus.
Dal 2003, la maison francese ha deciso di sacrificare anche le uve destinate al millesimato più importante per utilizzarle nella produzione della Cuvée “numerata” (in questo momento Cuvée n. 734).
Una scelta che porta i fratelli Chiquet sempre più nella direzione del vino di terroir e che rende ancora più unico il Millésime 2002, unico esempio di millesimato non di singola particella e non dégorgement tardif prodotto dalla Maison.
Il risultato ottenuto è ottimo anche in virtù di un’annata straordinaria, marcata positivamente dall’assenza di gelo e grandine, con un’estate calda e soleggiata e interrotta solo sporadicamente da piogge leggere.
Jacquesson Millésime 2002 fermenta in botte, non subisce nessun tipo di travaso e viene sottoposto regolarmente per tre mesi ad un “bâtonnage”, per poi approfittare del freddo invernale ed ottenere una stabilizzazione naturale. Rotondità, struttura e grande maturità: queste le caratteristiche percepibili già dai primi assaggi.
Distribuito in esclusiva da Pellegrini Spa, Jacquesson Millésime 2002 ha dato luogo a 35.280 bottiglie, 1.508 magnum e 80 jéroboam.

Per saperne di più: http://www.pellegrinispa.net/

image_pdfimage_print