Merano Wine Festival sempre più green

A.A.A. gelatieri e pasticceri qualificati cercansi
2 novembre 2015
Il Festival Regionale delle Scuole di Ristorazione
3 novembre 2015
image_pdfimage_print

Anche i collaboratori del Merano Wine Festival vanno a lavorare in bicicletta o a piedi tanto è green la kermes altoatesina, e non solo: “siamo sostenibili da sempre” – spiega orgoglioso, Helmuth Köcher presidente e fondatore dell’MWF – ”Il mio team di collaboratori, è molto sensibile al tema, perciò lavora e pensa in modo sostenibile, evitando di stampare documenti inutili, producendo il materiale cartaceo su carta FSC , avvalendosi di fornitori che stampano Climate Partner, gestendo i rifiuti, utilizzando materiali riciclati negli allestimenti – per un evento che conta oltre 10.000 presenze non è poco!”. Del resto l’Alto Adige-Südtirol è da sempre un grande giardino ben tenuto, un territorio dove la sensibilità verso l’ambiente è un’assoluto, si presta attenzione alle energie rinnovabili e all’efficienza energetica, tanto da essere definita la “Green Region d’Italia”. Un appuntamento “verde” il Merano Wine Festival, ma anche e soprattutto una delle manifestazioni più attese e seguite del mondo del vino, che ogni anno richiama professionisti e appassionati di enogastronomia da tutta Europa. Tante le novità di quest’anno che durante il primo fine settimana di novembre (quest’anno dal 5 al 10), richiamerà winelovers, foodies e addetti del settore, che in 4 giorni potranno degustare e conoscere il meglio della produzione vitivinicola e gastronomica europea per tutto il 2015 e 2016. Un programma ricco e variegato quello della 24° edizione che grazie all’ utilizzo di prodotti ecologici, all’efficienza energetica, alla gestione dei rifiuti, alla valorizzazione dei prodotti locali e alla responsabilità sociale, ha ottenuto dall’Agenzia Provinciale per l’Ambiente la certificazione “Green Event”. Da segnalare l’annuale forum per i professionisti del vino – produttori, enologi, scienziati per parlare di produzione vitivinicola e cambiamento climatico,  e un’intera giornata dedicata alla degustazione e alla scoperta dei migliori vini biologici, biodinamici e naturali, mentre per agevolare i visitatori (green) è stata pensata la Mobilcard- Alto Adige per muoversi con i mezzi pubblici. 80 euro d’ingresso per incontrare nell’esclusivo Kurhaus, artigiani del gusto e produttori attenti all’ambiente selezionatissimi che da sempre accedono solamente tramite invito. Il mondo del vino ma non solo, ci saranno infatti produttori di birre artigianali, cioccolata, liquori, biscotti realizzati con materie prime OMG-free, senza conservanti e coloranti, ma anche salumi e formaggi di piccole fattorie bio, non presenti nella GDO.

Per saperne di più: www.meranowinefestival.com

Luca Bonacini

image_pdfimage_print