“Señorita” la sangria made in Italy

Le sedi della Giornata Nazionale del Vino
21 maggio 2011
Vodka Orzel invaderà l’estate italiana
23 maggio 2011
image_pdfimage_print

senorita-sangria-italiaGià pronta, miscelata nelle dosi ottimali, vale a dire col 60% di vino rosso, acqua, zucchero, estratti di cannella e frutta naturale, e per di più ad un prezzo contenuto e un grado alcolico pari al 7 per cento. Ma la vera novità è il praticissimo packaging in brik nel formato da 1 litro, in confezione ecologica che protegge il prodotto dalla luce e dall’ossidazione. Si chiama “Señorita” e il suo esordio in Italia è firmato da Due Tigli di Forlì del Gruppo Cevico, una delle realtà imprenditoriali più importanti nel panorama enologico italiano. La Due Tigli è conosciuta per i marchi Cantine Ronco e Sancrispino, il vino in brik della linea venduta nei supermercati, che ha recentemente realizzato una nuova immagine televisiva sulle reti nazionali, attraverso uno spot emozionale che ha visto ‘attori per un giorno’ proprio i viticoltori soci del Gruppo Cevico.
“Señorita”, distribuito presso la Gdo e il canale Horeca, ha le carte in regola per essere un prodotto molto competitivo considerando che 
“da uno studio fatto sul consumo della Sangria a livello internazionale – come afferma Paolo Galassi, Amministratore delegato di Due Tigli – il mercato in Italia è intorno a 1 milione di litri venduti e può avere importanti spazi di crescita. Nel nostro paese è venduta quasi esclusivamente sangria importata dalla Spagna, prevalentemente in bottiglia di vetro o di plastica”.
“Señorita” è un prodotto made in Italy, già pronto, fresco ed equilibrato, facile e veloce da servire subito per gustare un’autentica Sangria, sia casa, sia nei migliori locali, o personalizzato con l’aggiunta di frutta fresca e l’adeguata mise en place.

image_pdfimage_print