Toscana Wine Architecture

www.ristorazionecatering.it
FIPE-TripAdvisor: insieme per la ristorazione
8 dicembre 2014
www.ristorazionecatering.it
Jre e PlanHotel, la vacanza è servita
9 dicembre 2014
image_pdfimage_print

Chi ama il vino e l’architettura contemporanea ora potrà accontentare entrambe le sue passioni. Attraverso un inedito itinerario attraverso i dolci colli e i paesaggi agresti e vinicoli di una delle più affascinanti regioni d’Italia, si potranno visitare le più suggestive cantine, moderni esempi di architettura, firmate dai più importanti architetti. “Toscana. Wine Architecture”, è un’idea di Ci.Vin – Società di Servizio Associazione Nazionale Città del Vino, che ha dato vita a questo progetto, insieme alla Regione Toscana e alla Federazione Strade del Vino, dell’Olio e dei Sapori di Toscana che lo realizza. 25 cantine che oltre a produrre vini di altissima qualità hanno deciso di rifondare le proprie strutture, affidandone il progetto ai grandi maestri dell’architettura del XX secolo e che ora sono riunite in una rete di luoghi del vino e del design di altissimo valore emozionale. Negli ultimi venticinque anni proprio in Toscana si è concentrata in modo significativo la realizzazione di cantine firmate da grandi architetti italiani e stranieri (Mario Botta, Renzo Piano, Tobia Scarpa, tanto per citarne alcuni), edifici di grande impatto che coniugano tecnologie innovative di costruzione e produzione. Progetti che tengono conto di modalità di integrazione all’avanguardia in osservanza ai principi della bioetica, portando sensibili riduzioni dei consumi energetici, l’utilizzo dei materiali locali e del verde, rendendo più armonico l’impatto visivo. Ma non solo, nel progetto sono incluse cantine che hanno al loro interno installazioni artistiche e che hanno una particolare affinità con l’arte moderna, contribuendo cosi al consolidamento di una rete culturale e produttiva di grande appeal. L’esperienza delle cantine d’autore, attualmente è il più importante fenomeno di committenza privata alla grande architettura, e rappresenta un unicum in Italia, un percorso d’autore e design contemporaneo che non ha eguali nella Penisola,  e che si integra perfettamente in tutto ciò che invece è rappresentato dai grandi monumenti del passato, di cui la Toscana e l’Italia come sappiamo sono ricchissime, e che già sono oggetto di flussi turistici, con un milione circa di enoappassionati nel 2013 e un volume d’affari stimato attorno agli 850 milioni di euro. A “Toscana.Wine Architecture” hanno aderito 25 cantine nelle 6 province toscane di Livorno, Grosseto, Arezzo, Siena, Firenze e Pisa, tutte hanno dato la disponibilità a visite e degustazioni.

Per saperne di più: www.cittadelvino.com 

Luca Bonacini

image_pdfimage_print