Gourmet, l’evento HoReCa di Torino

Gli artigiani del gusto crescono
17 dicembre 2014
www.ristorazionecatering.it
Expo 2015 affida a Cir food la gestione della ristorazione
19 dicembre 2014
image_pdfimage_print

Un buco può essere colmato, potrebbe esser questa la filosofia che ha spinto un colosso internazionale quale GL Events, organizzatore tra l’altro di Sirha a Lyon e delle sue emanazioni a Budapest, Geneve e Istanbul, ad individuare un’opportunità in un periodo, autunno degli anni dispari, ed in una città, Torino, per un nuovo evento legato alla ristorazione.
Nasce così Gourmet, sottotitolo ExpoforumHoreca Food & Beverage, anticipata ad un selezionato gruppo di opinion leader (invitate e presenti le Associazioni di cuochi Chic e Jre), in programma a Lingotto Fiere; ecco un altro vuoto che il Salone del Gusto lascia ogni due anni, dal 22 al 24 novembre 2015. Vien da dire finalmente qualcosa che succede dopo Expo 2015.
Il primo vuoto in effetti sarà quello più oneroso, perché oggi il panorama della ristorazione professionale in Italia soffre una crisi di identità che gli eventi organizzati, alcuni da diversi anni, non riescono a risolvere in maniera soddisfacente. Tra eventi generalisti, dichiaratamente fieristici, tra i quali resiste, seppure a fatica, ormai solo Host, mentre Rimini si può dire dispersa, ed eventi di tipo congressuale pur di grande successo che, comunque, non possono rinunciare alla parte commerciale, pena l’estinzione, solo alcuni prodotti fortemente specialistici mantengono una quota di pubblico interessante e garantiscono agli espositori il ritorno sull’investimento, citiamo Sigep come esempio positivo.

Stiamo parlando, naturalmente, di iniziative rivolte ai professionisti, perché la tentazione di aprire al pubblico, per intercettare una crescente domanda inerente, soprattutto, la parte alimentare di questo settore, puoi far perdere la direzione e disperdere risorse. Insomma, di Salone del Gusto ce n’è uno solo.

GL Events, dunque, forte della solida esperienza internazionale si vuole porre quale nuovo operatore pronto ad identificare le richieste del mercato, individuare le esigenze di un settore che conta molto in termini di volumi, ma poco c’è peso politico, e metter a disposizione degli addetti ai lavori un contenitore, un’arena, dove incontrarsi e approfondire i temi più caldi ed ai quali i protagonisti, i ristoratori, sono più sensibili.
Per raggiungere meglio questo scopo ha scelto un partner autorevole, brand riconosciuto non solo in Italia, ma anche all’estero, il Gambero Rosso, gruppo editoriale che si muove a tutto campo da 28 anni e che contribuirà a riempire di contenuti la nuova creatura torinese.
Parte, così da Torino, ma con respiro subito nazionale e con due partner che hanno nel dna la proiezione verso l’esterno, la sfida per un nuovo modo di concepire gli eventi di un settore che pur affondando le proprie radici saldamente nel territorio e nella storia del nostro Paese, aspira, e ne ha  fortemente bisogno, a spiccare il volo grazie ad un uso adeguato degli strumenti più innovativi che all’estero contribuiscono, insieme alla qualità dell’offerta, a determinare il successo di un’impresa.
A presentare Gourmet oltre al direttore generale Italia di GL EventsRegis Faure, il vicedirettore Luca Lucchini, mentre per Gambero Rosso il Presidente, Ing. Cuccia e il DG Salerno.

Per informazioni www.gourmetforum.it o contattando il project manager Marco Colognese e la responsabile nuovi progetti Nadia Bosia.

Aldo Palaoro

image_pdfimage_print