Cresce l’attenzione di Agrifood per il risparmio energetico

Un nuovo gusto di salmone a Natale con KV Nordic
9 dicembre 2011
Libera: la pizza napoletana della legalità
9 dicembre 2011
image_pdfimage_print

agrifood-risparmio-energeticoProsegue il progetto di contenimento dei costi energetici di Agrifood Abruzzo Covalpa, con la realizzazione dei nuovi impianti fotovoltaici per i siti produttivi dell’altopiano del Fucino, dalla potenza complessiva di 1.300 kw. I tre impianti consentiranno il risparmio di 650 tonnellate di Co2 all’anno, e sono solo l’ultimo risultato di un progetto avviato nel 2006 dal gruppo alimentare, specializzato nella lavorazione e vendita di surgelati vegetali.
Negli anni scorsi, l’ufficio agronomico di Agrifood aveva coordinato il lavoro delle aziende agricole associate (circa 2 mila produttori), al fine di ridurre l’utilizzo massiccio di agrofarmaci (quelli che contrastano l’azione di malattie e organismi infettivi), introdurre delle varietà più resistenti e rispettare scrupolosamente il piano delle rotazioni colturali. In particolare, per ciò che riguarda le riserve idriche, è stato potenziato il sistema di irrigazione a goccia e sono state revisionate tutte le botti irroratrici, per impedire la dispersione dell’acqua.
Sul versante industriale, Agrifood Abruzzo ha realizzato una centrale di cogenerazione, dalla potenza di 1.600 kw, alimentata con le acque di raffreddamento dei motori per i lavaggi delle linee, ha introdotto dei sistemi di illuminazione a risparmio energetico e razionalizzato i percorsi dei muletti elettrici all’interno della fabbrica. L’obiettivo finale è quello di ridurre, a parità di produzione, il consumo energetico del 25%.

Per saperne di più: http://www.agrifood.it/

image_pdfimage_print