Cani al ristorante, liberi di entrare

Tre emiliani sul podio dell’Accademia Internazionale della Cucina
24 ottobre 2013
Osteria del Borgo di Carrù: il bue tutto l’anno
25 ottobre 2013
www.ristorazionecatering.it
image_pdfimage_print

Cani e gatti sì, cani e gatti no. Il dibattito imperverserà sicuramente nelle prossime settimane, dopo che nei giorni scorsi la Fipe ha presentato il Manuale di corretta prassi operativa per ristorazione, gastronomia e pasticceria, dove ha sdoganato il libero accesso di animali domestici nei pubblici esercizi. Quindi diventa obsoleto l’adesivo che informa se gli animali sono bene accetti. Ma il primo pensiero va proprio a loro, gli animali domestici senza diritto di parola, che molto spesso hanno uno sguardo triste e annoiatissimo quando sono costretti a restare fermi e composti ai piedi del tavolo.

In ogni caso, visto che il nostro compito è informare, le nuove regole si trovano a pagina 88 del poderoso manuale e affermano “che i cani devono essere condotti al guinzaglio muniti di museruola”. Una norma che, a detta del presidente Fipe, Lino Stoppani, ci allinea alle regole europee e fa cadere gli eventuali divieti stabiliti dalle ordinanze comunali.

Cosa ne pensano i ristoratori?

LF

image_pdfimage_print