Carlo Prevedini, nuovo AD del gruppo Amadori

Locanda Margon. Il percorso del Bello e del Buono della famiglia Lunelli.
11 dicembre 2012
Piper-Heidsieck, 228 anni di piacere
11 dicembre 2012
image_pdfimage_print

Il 2013 inizierà con una svolta epocale per il gruppo Amadori. Infatti la famiglia Amadori, per la prima volta nella sua lunga storia iniziata intorno agli anni ’30, ha fatto la scelta di inserire nell’organizzazione aziendale la figura dell’amministratore delegato, affidando il ruolo ad un soggetto esterno.
La scelta è caduta su un professionista di comprovata capacità: Carlo Prevedini, manager piacentino che ha ricoperto, nel corso della sua carriera, importanti incarichi in diverse aziende del settore, tra cui Parmalat, Galbani e Heineken.
“La scelta è stata presa in pieno accordo dalla famiglia e dai soci, vista la complessità crescente del gruppo e gli obiettivi di sviluppo per i prossimi anni che ci hanno portato ad intraprendere un percorso di managerializzazione dell’azienda. – commenta Flavio Amadori, direttore generale del gruppo che nel 2011 ha registrato 1,2 miliardi di euro di fatturato – Grazie alla figura dell’amministratore delegato, la famiglia proprietaria e i soci potranno concentrarsi sulla visione strategica e sugli obiettivi a lungo termine, per affrontare le sfide del mercato con maggiore competitività”.
Il gruppo Amadori è uno dei principali leader nel settore agroalimentare italiano, un’azienda innovativa e un punto di riferimento per i piatti a base di carne, il cui successo deriva principalmente dalla decisione straegica di gestire direttamente l’intera filiera integrata, con la collaborazione di oltre 7.000 lavoratori e una presenza capillare sul territorio nazionale con stabilimenti industriali, filiali e agenzie.

 

image_pdfimage_print