Con Cibus, le aziende italiane in missione nei supermercati di 5 Paesi esteri

La cucina vintage? Irresistibile
17 dicembre 2012
Week end in agriturismo a Vicenza
18 dicembre 2012
image_pdfimage_print

 È una vera e propria ricerca-intervento quella pensata da Cibus per far incontrare l’offerta dell’industria alimentare italiana con le richieste dei retailer e dei consumatori esteri. Il “Cibus Market Check”, questo il nome dell’iniziativa organizzata da Fiere di Parma con Federalimentare, consiste infatti in una vera e propria visita guidata non solo in loco ma in store, allo scopo di osservare e conoscere i format e le politiche di scaffale dei prodotti food italiani nella distribuzione di 5 Paesi, Russia, Thailandia, Brasile, Usa e Cina, ma anche di analizzare gli strumenti interpretativi utili a costruirne un adeguato e competitivo posizionamento: sapere qual è la dislocazione delle marche italiane nel punto vendita, lo spazio occupato, le fasce di prezzo, le logiche di category, è la base molto empirica ed efficace su cui si aprirà il dialogo con i buyers delle catene visitate circa le potenzialità dei prodotti italiani e il modo migliore di definirne l’offerta.
“Dopo aver portato migliaia di buyers stranieri a Parma per Cibus 2012 – spiega Elda Ghiretti, Cibus Brand Manager – proseguiamo nella nostra opera di favorire i contatti diretti tra industrie alimentari italiane e buyer esteri con una serie di ‘store check’ nei mercati più interessanti. Oggi organizzare una fiera non è un compito che si esaurisca con l’esposizione, ma significa continuare a fornire alle aziende un servizio continuativo nel tempo”.
Il programma dell’iniziativa è stato elaborato in coincidenza con importanti fiere alimentari, dando quindi la possibilità ai manager italiani di visitarle:
15 febbraio 2013, Russia (Mosca)
25 maggio 2013, Thailandia (Bangkok)
28 giugno 2013, Brasile (San Paolo)
2 luglio 2013, U.S.A. (New York)
15 novembre 2013, Cina (Shanghai)

Per saperne di più: www.cibus.it/market-check

image_pdfimage_print