Confagricoltura e FIC, insieme per valorizzare la qualità

Frienn di Olitalia, frittura italiana
15 luglio 2015
Agrifood-Covalpa potenzia produzione e approccio sostenibile
16 luglio 2015
image_pdfimage_print

Stabilire nuove sinergie per migliorare e valorizzare le produzioni gastronomiche e agroalimentari, in particolare quelle tipiche e locali, anche attraverso la rete delle attività e delle strutture ristorative. Con questa finalità nei giorni scorsi è stato siglato un protocollo d’intesa tra Confagricoltura e Federazione Italiana Cuochi (FIC), che intende offrire agli stessi consumatori la possibilità di una puntuale e approfondita informazione sui prodotti agroalimentari, in modo da attuare, così, scelte più consapevoli in quanto a sicurezza, sostenibilità e qualità.
Come si può leggere dallo stesso documento, l’accordo punta in prima battuta a favorire percorsi formativi e informativi per gli operatori dei due settori, in modo da incrementare la conoscenza delle proprietà dei prodotti e poterle valorizzare al meglio nelle preparazioni gastronomiche. Inoltre, saranno sviluppati progetti comuni, tesi alla crescita della filiera produttiva e alla sua promozione, proprio a partire dalle tavole dei ristoranti. “Miriamo a offrire sempre nuove opportunità alle imprese associate durante e dopo Expo 2015 – ha spiegato Luigi Mastrobuono, direttore generale di Confagricoltura –, attraverso workshop tematici, campagne su specifici argomenti d’interesse o ricerche insieme a università, per valorizzare il contatto fra il mondo della cucina professionale e il settore agricolo”.
Sulla base degli obiettivi sociali di Confagricoltura e di FIC, l’accordo prevede anche la collaborazione in attività di consulenza, assistenza tecnico-scientifica, intermediazione, cooperazione per la classificazione e certificazione dei prodotti, campagne pubblicitarie e azioni di comunicazione. “Questa alleanza nell’anno di Expo – osserva dal canto suo Rocco Cristiano Pozzulo, presidente della Federazione Italiana Cuochi – sottolinea ciò che da sempre FIC e Confagricoltura fanno sul campo per aumentare la consapevolezza dei professionisti del settore riguardo l’importanza della tutela e la salvaguardia della biodiversità del patrimonio agroalimentare italiano, presidiando le grandi risorse della nostra penisola, dalla produzione alla trasformazione, fino alle nostre tavole”.

Mariangela Molinari

image_pdfimage_print