Fa’ la cosa giusta, la fiera degli stili di vita sostenibili

Il San Domenico di Imola compie 45 anni
7 marzo 2015
www.ristorazionecatering.it
I vini eccellenti del Piemonte a Grandi Langhe Docg
9 marzo 2015
www.ristorazionecatering.it
image_pdfimage_print

Siamo alla dodicesima edizione di FA’ LA COSA GIUSTA!, la fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili che aprirà le porte venerdì 13 marzo a Milano, nei padiglioni di Fieramilanocity.
Un evento dedicato ai prodotti, alle iniziative e alle pratiche per rendere la vita quotidiana più leggera e sostenibile per noi stessi e per l’ambiente.
I numeri della scorsa edizione sono importanti: 70 mila visitatori, oltre 700 espositori, 3300 studenti, 600 giornalisti, 29 mila metri quadrati di padiglioni espositivi, dati che confermano l’evento come uno dei principali punti di riferimento per il settore dell’economia solidale e sostenibile.
Anche quest’anno i padiglioni espositivi saranno luogo di incontro, scambio e condivisione, una piccola città nella città, con i “quartieri”, le “vie” e le “piazze”, che ospiteranno stand, botteghe artigiane, laboratori, spazi verdi, ristoranti, spettacoli e incontri. Innovazione e artigianalità saranno i due poli di gravitazione da cui guardare al futuro, con particolare attenzione all’alimentazione biologica, a km zero o cruelty free, alla moda etica, alla mobilità a basso impatto, nonché all’arredamento green, e i numerosi prodotti del commercio equo e delle associazioni e cooperative non profit. A questi saranno affiancati molti nuovi approfondimenti trasversali, dedicati, ad esempio, alla sharing economy, all’autoproduzione, al welfare comunitario e alla pace.
Sul tema dell’alimentazione, sono previste piattaforme di condivisione di cibo e progetti di riduzione dello spreco alimentare, in Italia e nel mondo.
Saranno presenti cinque punti ristoro con cibi da produzione biologica, di stagione e da filiera corta, ciascuno con il suo stile e con la sua storia: dall’Officina della birra , con birre artigianali e certificate che accompagnano pasti bio (anche vegetariani), alla Bodeguita Organica , un nuovo progetto fieristico, nato dall’idea di proporre sandwiches, piatti caldi, centrifugati, smoothies e caffetteria con prodotti bio e per celiaci, dalla Fabbrica di Olinda , il servizio di ristorazione nato dall’esperienza del ristorante Jodok all’ex ospedale psichiatrico Paolo Pini, a Mens@sana , che propone la cucina mediterranea rielaborata alla luce dei principi bio-vegan. Infine, Freedhome, impegnata dal 2003 per creare percorsi di reinserimento socio-lavorativo con i detenuti della Casa Circondariale di Siracusa, realizzando Dolci Evasioni, prodotti tipici della pasticceria siciliana a base di mandorla.
Infine, ampio spazio ai bimbi e alle loro famiglie, ai quali saranno dedicati come ogni anno tanti incontri e laboratori creativi e spazi dedicati all’allattamento e al gattonamento, con giochi morbidi e cuscini. Tra le molte novità di quest’anno: workshop TeenMakers, per avvicinare i ragazzi al mondo delle stampanti 3D e laboratori di bilinguismo, per imparare una seconda lingua giocando.

Lucilla Meneghelli

 

image_pdfimage_print