Frutta e Verdura, in soccorso alla salute

Ravioli di musetto Lovison con mostarda di verdure
10 dicembre 2012
Con la prima Foodies Geek Dinner, grazie a Facebook, nuovi amici e contatti professionali. Ma davanti a una tavola vera
10 dicembre 2012
image_pdfimage_print

Negli ultimi anni si sta registrando un pericoloso aumento dell’obesità infantile in Europa e in Italia, soprattutto nella fascia 6-8 anni. A ciò si aggiunge un calo drastico dei consumi pro capite di frutta fresca. Due dati sconfortanti, che obbligano a correre ai ripari. Diverse le iniziative, pubbliche e private, che riguardano in particolare i più giovani con progetti rivolti soprattutto alle scuole. Importante, dunque, che le istituzioni, comprendendo la gravità di questo fenomeno, investano sempre di più, affinché non ci si limiti a sostenere le pur apprezzabili campagne di sensibilizzazione, ma si facciano passi concreti, duraturi, verso l’unica vera soluzione: una somministrazione concreta, qualitativamente e quantitativamente adeguata. Solo in questo modo le giovani generazioni potranno sperare in un’inversione di tendenza dei dati allarmanti citati in apertura ed avere una qualità della vita migliore. Nell’attesa di una tale risposta, vanno comunque apprezzate le iniziative che l’Europa finanzia in tale direzione ed una di queste è stata presentata lo scorso 6 dicembre a Milano.

Il Consorzio Alimos, che in Italia raggruppa diverse grandi realtà che producono ortofrutta, insieme a Interfel, ente francese a sostegno del settore ortofrutticolo d’oltralpe, avranno l’onere di spendere bene nei prossimi tre anni i 9,3 milioni di euro che la Comunità Europea ha stanziato, affinché un altro pezzo di percorso verso la buona salute venga fatto, in Francia, dove non essendoci un progetto scuola già attivo, è destinato l’80% dell’intera cifra e in Italia, con il restante 20%. L’iniziativa, che in Italia è stata battezzata “Scoprila, Gustala, Sceglila” si poggia su tre pilastri, una parte ludica, una parte pedagogica, una parte esperienzale, dove, con azioni web, radio e tradizionali, si cercherà di far giocare i più piccoli e interessare i più grandi, cercando di trasmettere in modo indiretto il valore inestimabile di un consumo sempre maggiore di frutta e verdura importante fin dalla più tenera età. A presentare l’iniziativa Massimo Brusaporci, direttore Alimos e Vincenza Ferrucci, responsabile Europa di Interfel, padrone di casa, Ettore Zanolli, direttore di Sopexa Italia.

Per aggiornamenti sullo sviluppo della campagna www.alimos.it

Aldo Palaoro

image_pdfimage_print