Il Consorzio Piacenza Alimentare alla conquista di Usa e Asia

Il pesce azzurro in festa con Anghiò 2015
2 luglio 2015
www.ristorazionecatering.it
Massimo Bottura a Londra con il Parmigiano Reggiano
3 luglio 2015
image_pdfimage_print

Il calendario di attività che Consorzio Piacenza Alimentare ha approntato per i prossimi mesi con lo scopo di promuovere le eccellenze del territorio e favorire la creazione di partnership tra imprese locali e importanti realtà estere è ricco di incontri promettenti, che guardano con spiccata attenzione al mercato asiatico e a quello statunitense. Nei giorni scorsi, infatti, nell’ambito del progetto regionale “Imprese a porte aperte”, una delegazione proveniente da Hong Kong, in rappresentanza di quattro importanti gruppi distributivi, ha visitato rinomate imprese del territorio con l’intento di stringere nuove relazioni commerciali.
Dal 21 al 25 settembre prossimi, inoltre, in collaborazione con ICE Tokyo sempre nella città emiliana è stato organizzato un interessante incoming dal Giappone, Paese in cui i consumatori si mostrano attenti alla qualità e capaci di riconoscere e apprezzare produzioni agroalimentari di valore. Tanto è vero che sono già in buon numero le aziende che negli ultimi anni sono riuscite ad aprirsi un mercato proficuo nel Sol Levante, indirizzandosi in prevalenza verso la ristorazione italiana.
Dal 28 al 30 giugno, invece, il Consorzio gioca fuori casa, partecipando al Summer Fancy Food Show di New York (di cui in questa edizione l’Italia è Paese partner), con tre aziende associate: Molino Dallagiovanna, Prosciuttificio San Nicola e Steriltom. Quest’ultima, in particolare, si presenterà sul mercato americano con la polpa di pomodoro, il prodotto con cui si è già conquistata la leadership in Europa. “Quello americano è per noi un mercato praticamente nuovo – commenta Lorenzo Toffolon, junior export manager di Steriltom –. Con l’euro debole nei confronti del dollaro, ci sembrava il momento giusto per presentare la nostra linea di prodotti ai buyer dei grandi gruppi d’importatori”.
Nella Grande Mela, invece, Molino Dallagiovanna presenterà le nuove farine speciali per pizza. “Durante i tre giorni della fiera faremo assaggiare le pizze prodotte con le nostre farine ‘Far Pizza’ in accoppiata con il pomodoro di Steriltom – spiega Sabrina Dallagiovanna, export manager di Molino Dallagiovanna –. Portabandiera della cultura gastronomica italiana, la pizza è uno dei piatti più apprezzati oltreoceano e con questo speriamo di conquistare il pubblico americano”.

Mariangela Molinari

 

image_pdfimage_print