Il Salone del Franchising in contemporanea a Host ed Expo

Il Premio Giacomo Casanova 2015 a Giannola Nonino
14 luglio 2015
Frienn di Olitalia, frittura italiana
15 luglio 2015
www.ristorazionecatering.it
image_pdfimage_print

Si terrà dal 23 al 26 ottobre prossimi in Fiera Milano a Rho/Pero la trentesima edizione del Salone del Franchising di Milano, in contemporanea – e in sinergia – con Host, la fiera dell’hotellerie e del food service, e, per di più, a due passi da Expo.
Dopo anni sostanzialmente stabili, quest’anno il Salone può aprire i battenti forte del trend positivo che ha caratterizzato il settore, cresciuto dello 0,4% nel primo quadrimestre del 2015 come numero di catene in franchising operanti in Italia, fino a raggiungere un valore di giro d’affari pari all’1,4% del PIL italiano, un fatturato medio per ogni catena di 23 milioni di euro e 1.200 addetti (dati Centro Studi RDS & Company). A trainare la ripresa, ancora debole ma in linea con l’andamento dell’economia italiana, è, in particolare, lo sviluppo nel comparto del food, che segna un +6% rispetto allo scorso anno. La formula del franchising è considerata dalle aziende come una leva assai efficace per aprire il processo di internazionalizzazione del “Made in Italy” e tra i punti vendita in franchising aperti all’estero troviamo al primo posto proprio pizzerie, gelaterie, yogurtherie, pub e caffetterie, con un’attenzione particolare per mercati quali il Regno Unito, la Germania e la Francia, ma anche Cina, Emirati Arabi e Russia.
Il Salone, dunque, intende favorire sia l’arrivo di operatori professionali dall’estero che la spinta all’internazionalizzazione, tenendo conto che il numero dei franchisor italiani che hanno aperto reti oltreconfine ha fatto segnare un +4% rispetto allo scorso anno, e che sul totale Italia sono ormai il 17% i franchisor che hanno avviato progetti di carattere internazionale: un dato più che raddoppiato negli ultimi sette anni.
Se nel 2014 il Salone ha avuto 200 insegne espositrici e 13.700 visitatori, divisi principalmente tra il 52% di aspiranti franchisee e il 20% di commercianti, per la trentesima edizione, all’insegna del claim “Trenta volte futuro”, si prevede si superare ampiamente queste numeriche. Il target principale? Coloro che vogliono mettersi in proprio, specie i giovani; i negozianti interessati alla formula del franchising; gli investitori di fondi o aziende; i retailer e gli operatori internazionali.
Tra le novità di questa edizione: le attività organizzate con CNCC, Consiglio Nazionale Centri Commerciali; il progetto pilota della Regione Lombardia per favorire le start up in franchising; Find Franchising, il motore di ricerca del franchising; la prima App europea di un salone franchising. Ma anche nuovi e sempre più qualificati servizi per il settore come la Franchising School (formazione per aspiranti franchisee) Franchising Factory (consulenza alle start up), Agorà (dibattiti e convegni), International Lounge (delegazioni estere).

Per maggiori informazioni: www.salonefranchisingmilano.com/it/

Mariangela Molinari

 

image_pdfimage_print