I nuovi incarichi nel food&beverage

Il Gran Ragù Star Design Award
23 aprile 2012
#spesaalmercato: dal virtuale al reale, un’iniziativa al passo coi tempi
23 aprile 2012
image_pdfimage_print

lisa-ferrariniLisa Ferrarini, Presidente di Assica dal 2010, presiederà il comitato per la tutela del made in Italy e la contraffazione nella squadra del Presidente designato di Confindustria, Giorgio Squinzi.
“Esprimo viva soddisfazione – dichiara il Presidente di Federalimentare, Filippo Ferrua – per l’indicazione della nostra Vice Presidente Lisa Ferrarini, delegata a presiedere il comitato per la tutela del made in Italy e la contraffazione nella squadra del Presidente designato di Confindustria, Giorgio Squinzi. L’industria alimentare è la seconda realtà manifatturiera del Paese con 6.500 imprese in cui operano 410.000 lavoratori diretti e un fatturato complessivo di 130 miliardi di euro, con un export superiore a 25 miliardi di euro. Sono certo che Lisa Ferrarini, forte di una solida esperienza imprenditoriale ed in ambito associativo e federativo, saprà rappresentare al meglio le priorità della nostra industria, portando in dote alla squadra di Presidenza i valori dell’impresa alimentare italiana, un’industria “buona” in tutti i sensi”.

Il Consorzio Italia del Vino ha riconfermato alla presidenza Ettore Nicoletto
La costituzione di una regia manageriale unica continuerà ad essere una delle priorità di Ettore Nicoletto, amministratore delegato del Gruppo Vinicolo Santa Margherita, che nel prossimo triennio sarà affiancato dai vicepresidenti Andrea Sartori, della Casa Vinicola Sartori, e Francesco Zonin,  della Casa Vinicola Zonin.
Italia del Vino si propone come un laboratorio di riferimento per tutti, dove la concorrenza lascia spazio alla strategia, partendo dalla forza delle cantine Banfi S.r.l.; Cantine Ferrari Fratelli Lunelli S.p.A.; Casa Vinicola Sartori S.p.A.; Casa Vinicola Zonin S.p.A.; F.lli Gancia S.p.A.; Gruppo Italiano Vini; Marchesi di Barolo; Medici Ermete & Figli S.r.l.; Santa Margherita S.p.A.; Società Agricola Drei Donà; Terredora S.a.

Massimo Barboni nuovo responsabile della Business Unit Horeca di Heineken Italia
Massimo Barboni, 40 anni, Responsabile della Business Unit Export di Heineken Italia, è stato nominato Responsabile della Business Unit Horeca, succedendo a Lorenzo Viganò. Nel nuovo ruolo il manager avrà il compito di dare continuità allo sviluppo delle marche del portafoglio di Heineken Italia nel canale Horeca, coordinando l’intera forza di vendita sul territorio nazionale ed i team di trade marketing e servizio tecnico assistenza clienti.
Barboni ha rivestito negli anni ruoli di rilievo, a partire dalla posizione di International On-trade Account Specialist ad Amsterdam, all’incarico di Marketing e Sponsorship Manager per i brand Birra Moretti, Ichnusa, Dreher, Budweiser, Amstel e birre speciali, sino a diventare nel 2009 Responsabile della Business Unit Export di Heineken Italia.

Siemens Italia nomina Liliana Gorla direttore delle risorse umane
Liliana Gorla, nata a Milano nel 1967, è il nuovo director Human resources di Siemens Italia. Entrata in Siemens nel 2001 come responsabile development & compensation, Liliana Gorla ricopre tra il 2003 e il 2007 una carica di responsabile hr per una società del gruppo.
Segue un’esperienza di tre anni presso la sede centrale di Siemens in Germania e poi, dal 2010 ad oggi, la carica di head of talent acquisition con la responsabilità delle attività di employer branding e selezione del personale per il territorio nazionale. La manager ha ricoperto negli anni passati diverse posizioni nel settore delle risorse umane, prima in 3M Italia , quindi nella consulenza di Ernst & Young .

image_pdfimage_print