Nuovi piatti del Buon Ricordo

I Vignaioli Indipendenti vanno al Vinitaly
10 marzo 2015
www.ristorazionecatering.it
In Toscana per il buon vivere
10 marzo 2015
www.ristorazionecatering.it
image_pdfimage_print

Sono nove, quest’anno, i ristoranti del Buon Ricordo che hanno deciso di cambiare la loro specialità e quindi hanno un nuovo piatto a rappresentarli: LA PIANA di Carate Brianza (Monza-Brianza) – Millefoglie di riso croccante con ragù di pasta di salame fresca; Ristorante LE QUERCE di Cantù (CO)Vialone nano con minuta di missoltino al balsamico e verdurine; LOVERA DAL 1939 di Cuneo Tagliatelle alla Frabosana-Roaschin; Trattoria GUAIANE di Noventa di Piave (VE) Bigoli lagunar; Trattoria FAVORITA di Venezia LidoSpaghettoni alla Leonard; GRANARO DEL MONTE DAL 1850 di Norcia (PG) Filetti di maiale su ristretto di verdure, passerina, guanciale e tartuf; LA LUNA NEL BOSCO di Pignola (PZ) Filettino di maiale nero;  LA CONTEA di Neive (CN) – Uovo all’occhio di bue tartufato su zuppa mitunà; TAVERNA DEL LUPO di Gubbio – Filetto di maialino al ristretto di Sagrantino con cipollotti di Cannara.

Inoltre due sono le prime new entry del 2015 nell’associazione: i ristoranti Villa Revedin di Gorgo al Monticano (TV) e La Fornace di San Vittore Olona (MI).
Altre se ne aggiungeranno nei prossimi mesi,
a conferma della vitalità dell’associazione, nata nel 1964 da un’idea di Dino Villani con lo scopo di salvaguardare le tante tradizioni e culture gastronomiche del Bel Paese, che rischiavano di scomparire davanti alla moda allora in auge della cucina internazionale. Oggi come un tempo, nei ristoranti del Buon Ricordo si valorizzano i prodotti del territorio, si privilegia – attualizzandola ed interpretandola – la tradizione culinaria regionale e, a chi gusta la specialità del locale, viene regalato a fine pasto il piatto su cui viene effigiata a colori vivaci e tratto naif dagli artigiani della Ceramica artistica Solimene di Vietri, affinché si ricordi della piacevole esperienza culinaria provata.
Le specialità delle new entry 2015, che saranno nel menu tutto l’anno, sono per Villa Revedin i Ravioli di Villa al gransoporo e per La Fornace i Ravioli di farro e fagiano nel suo fondo con erba cipollina e lamelle di tartufo nero: i ceramisti di Vietri hanno già realizzato i loro piatti, disponibili quindi nei due locali.
Potete trovare indirizzi, informazioni e specialità delle new entry, nonché i cambi piatto su www.buonricordo.it, in attesa siano pubblicati sulla Guida 2015, che sarà distribuita in primavera nei ristoranti associati.

image_pdfimage_print