Un dolce pensiero per i pendolari da Rigoni

Appuntamento con Mixology by Perrier a Milano
23 ottobre 2011
Ed è dalla Food Valley italiana che arriva il cattivo esempio
24 ottobre 2011
image_pdfimage_print

rigoni-barillaQuando il co-marketing rende lieve la vita dei pendolari: potrebbe essere questo il titolo di un bellissimo film andato in scena per quasi un mese nelle stazioni ferroviarie di Torino e Milano dove ogni giorno transitano rispettivamente 192.000 e 320.000 passeggeri. Protagonisti Rigoni, azienda leader di mercato per la categoria confetture e marmellate bio con un fatturato di vendita nel 2004 di 25,5 milioni di euro passato ad oltre 50 milioni di euro nel 2010, e Barilla che, in base ad una ricerca Reputation Institute di New York pubblicata da Forbes, condotta tra le 600 maggiori aziende mondiali classificate per fatturato, è l’azienda collocata al diciannovesimo posto nella classifica generale, ma è la prima nel settore alimentare (e tra le italiane).
Questa operazione di co-marketing è stata la prima in cui Barilla è coinvolta con un’azienda bio, ma stando al successo riscontrato tutto lascia intendere che quel treno ripartirà verso altre destinazioni.
Per ora felici i 500.000 che hanno avuto il piacere di un break nella frenesia quotidiana grazie all’assaggio di Fiordifrutta, Nocciolata, l’ampia gamma di miele e il dolcificante DolceDì. Inoltre, Rigoni di Asiago ha affiancato alle degustazioni un concorso che, tramite la compilazione di una cartolina,consente di partecipare  all’estrazione di 10 kit “Colazione per un anno” composto da 24 vasetti di confettura, 6 di Nocciolata, 6 di miele, 12 di frutta spalmabile Fruttosa e 10 confezioni di fette biscottate all’orzo Mulino Bianco. Giusto per continuare il film che rende lieve la vita del viaggiatore.

Luigi Franchi

image_pdfimage_print