Riccardo Deserti pienamente assolto

Un network della qualità per l’extravergine italiano
4 marzo 2014
Grande attesa per il 23°Campionato Mondiale della Pizza
4 marzo 2014
image_pdfimage_print

Non avevamo pubblicato la notizia della detenzione ai domiciliari di Riccardo Deserti, perché ci infastidivano i toni dei titoli usati da più parti. Pubblichiamo invece volentieri la notizia della sua piena assoluzione da parte del Tribunale del riesame che ha annullato in toto l’ordinanza del Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Roma, emessa in data 3 febbraio 2014, che aveva disposto la misura di coercizione degli arresti domiciliari nei confronti del direttore del Consorzio del Parmigiano-Reggiano.

Fin dall’inizio, pur non essendo giornalisti di cronaca giudiziaria, ci era sembrato spropositato il motivo e assurda la campagna mediatica e denigratoria, che sapeva di malamente orchestrato. Ma soprattutto crediamo profondamente nel diritto di difesa di ogni persona e non ci piacciono le azioni di chi sbatte il mostro in prima pagina.

Chi lo ha fatto ha ottenuto un solo vero risultato: danneggiare gravemente l’immagine di un prodotto simbolo del made in Italy! Tralasciamo ogni altro giudizio sull’offesa alla persona che, come sempre accade, non avrà mai più la possibilità di veder ripagata l’umiliazione subita. Di queste due cose si dovrebbero vergognare gli orchestranti che hanno scritto questa brutta pagina dell’agroalimentare italiano, con la scusa di prenderne la tutela.

Luigi Franchi

image_pdfimage_print