SalumiAmo con Bacco: il lusso di un gesto semplice

Prosciutto di Parma, la corona è ancora salda in testa
1 aprile 2014
I nostri suggerimenti per Vinitaly
2 aprile 2014
image_pdfimage_print

“Il vero lusso è concedersi un gesto semplice: una fetta di salume e un bicchiere di vino” recita lo slogan di “SalumiAmo con Bacco”, il format promozionale pensato da IVSI – Istituto Valorizzazione Salumi Italiani – e Federdoc – Confederazione Nazionale dei Consorzi Volontari per la tutela delle denominazioni dei vini italiani.
Un’accoppiata vincente quella che unisce vini e salumi, imprinting entrambi di quel sapore della terra finalmente riscoperto e valorizzato quale patrimonio da conoscere, prima ancora che da divulgare, e riconoscere, attraverso l’opera delle persone che ne hanno scritto e ne scrivono ogni giorno la storia.
L’iniziativa, che vede i due enti organizzativi insieme per la prima volta, si inserisce nella campagna europea Top of the Dop, un tour del gusto che per tre anni porterà i Salumi e i Vini a denominazione d’origine non solo in giro per l’Italia ma anche in Germania (ad Amburgo, Berlino e Monaco di Baviera) e a Londra, grazie anche ai fondi impiegati per la sua realizzazione – 1.650.000 euro finanziati anche dall’Unione Europea e dallo Stato italiano.
Il viaggio italiano di SalumiAmo ha preso il via il 27 marzo da Milano e proseguirà il 2 aprile a Modena, per toccare la Puglia con la tappa del 15 maggio a Lecce e finire a Roma il 21 maggio presso il Museo Macro.
Il format consiste in un vero e proprio aperitivo guidato all’assaggio di salumi di qualità, come la Coppa Piacentina DOP, la Mortadella Bologna IGP, la Pancetta Piacentina DOP, il Prosciutto Toscano DOP, il Salame Cacciatore DOP, abbinati a vini top cru come le espressioni di metodo classico di Franciacorta e il Brunello di Montalcino, eccellenze enologiche fiore all’occhiello del made in Italy nel mondo.
“Gli aperitivi SalumiAmo con Bacco, oltre ad essere un’esperienza sensoriale sono anche un momento di formazione e un modo di fare cultura. – spiega il Presidente IVSI Francesco Pizzagalli – La scelta delle location nelle quattro città italiane non è casuale, i nostri aperitivi si svolgono in veri e propri templi del sapere, come librerie (Milano e Lecce), musei (Roma) e Caffè letterari (Modena)”.

Il Presidente di Federdoc Riccardo Ricci Curbastro aggiunge che “per gli operatori del settore sono previsti seminari di degustazione e la partecipazione alle edizioni tedesca e inglese della manifestazione fieristica Simply Italian”.
Federdoc rappresenta oltre il 70% della produzione vitivinicola italiana e raccoglie 80 Consorzi di Tutela; IVSI è dal 1985 un consorzio volontario impegnato nella diffusione della conoscenza degli aspetti produttivi, economici, nutrizionali e culturali dei salumi, in Italia e all’estero.

Per saperne di più: www.topofthedop.it

Alessandra Locatelli 

image_pdfimage_print