Piper-Heidsieck, 228 anni di piacere
11 dicembre 2012
Pangelato Callipo sulla tavola del Natale
11 dicembre 2012
image_pdfimage_print

La flessione dei consumi è una costante delle notizie che, da mesi, riempiono le pagine dei media, ma ogni tanto vale la pena di dare notizie positive, raccontando di aziende che, grazie ad accorte scelte strategiche, riescono a contrastare la crisi, come nel caso del gruppo Selex che nel 2012 ha fatto registrare un aumento del 3,8% sull’anno precedente, con un fatturato di 8.720 milioni di euro. Un risultato che conferma il posizionamento di Selex tra le maggiori catene distributive italiane, come dimostra la ricerca SymphonyIRI, già terza in classifica a giugno 2012 grazie ad una quota di mercato del 10,1%.
Uno degli elementi che hanno permesso al gruppo la positiva performance deriva dai prodotti a marca commerciale Selex, + 18% nel 2012, che ha permesso di raggiungere una quota rilevante sul totale dell’offerta al consumo.

Il preconsuntivo del 2012 e le previsioni per il 2013 sono stati presentati ed analizzati durante l’Assemblea dei Soci Selex, tenutasi pochi giorni fa a Milano. I buoni risultati raggiunti nel 2012, che confermano il costante trend di crescita Selex negli ultimi dieci anni, sono dovuti al forte radicamento sul territorio delle imprese socie, alla capacità di interpretare le esigenze dei consumatori e ad  una forte attenzione alla convenienza.
“Non abbiamo rinunciato alla voglia di crescere  – ha dichiarato Dario Brendolan, presidente di Selex – ed anche in un periodo così critico per i consumi, gli investimenti previsti per il 2013 sono particolarmente importanti. La nostra vera risorsa sono il coraggio e la competenza degli imprenditori del nostro Gruppo che hanno fiducia nel successo delle scelte effettuate e credono nel futuro dell’Italia”.
Nel 2013 Selex raddoppierà gli investimenti:  225 milioni di euro per l’apertura di 70 nuovi punti di vendita e per la ristrutturazione di 78 unità preesistenti, assumendo 600 nuovi addetti ed arrivando ad un fatturato previsto di 9.050 milioni di euro, con una crescita programmata del 3,8%. Attualmente il gruppo dispone, suddiviso tra le varie insegne e tipologie di vendite, di 2.880 punti vendita per un totale di 1.922.794 mq di superficie. Il Gruppo Selex fa parte della centrale d’acquisto ESD Italia, insieme alle catene distributive Agorà Network, Acqua&Sapone e Sun. La quota di mercato di ESD è del 15,5% e dispone di una rete di vendita globale di 4.520 punti di vendita.
“Fare parte di una delle più grandi centrali di acquisto italiane rappresenta un importante vantaggio competitivo per Selex  – ha commentato Riccardo Francioni, procuratore generale di Selex e Presidente di ESD Italia – altrettanto rilevante è l’adesione di ESD Italia alla Centrale EMD, punto di riferimento autorevole della distribuzione europea”.
Uno dei punti di forza del Gruppo Selex è senza dubbio la convenienza della spesa, un fattore peculiare che rimarrà un punto di forza anche nel 2013, come ha spiegato Maniele Tasca, direttore generale di Selex:  “Le nostre direttrici per il prossimo anno sono rendere più efficiente la rete distributiva e garantire una spesa conveniente e di qualità. A questo scopo rimangono centrali la collaborazione con i partner dell’industria e lo sviluppo delle marche commerciali, sempre più apprezzate dai nostri Clienti”.

image_pdfimage_print