The Brian&Barry Building Sanbabila, nuova factory di shopping experience

www.ristorazionecatering.it
Le moéche, il tesoro della laguna
20 marzo 2014
www.ristorazionecatering.it
Auguri Maestro
20 marzo 2014
image_pdfimage_print

Milano in questi giorni sta lanciando segnali di grande vivacità, non ci siamo ancora ripresi dall’inaugurazione di Eataly, dove, il primo giorno, fino a sera tardi la coda all’ingresso era interminabile, ed il secondo giorno, all’ora di pranzo, i 15 luoghi di somministrazione erano pieni all’inverosimile, punto da domandarsi dove fosse tutta quella gente il giorno prima, che a due giorni di distanza ha aperto i battenti Brian&Barry Building Sanbabila.

Innanzitutto come definirlo? Un centro commerciale, un insieme di negozi, una Rinascente evoluta? Forse le parole di uno dei titolari, la famiglia Zaccardi, riassumono meglio di ogni cosa: “Siamo una famiglia di commercianti, mia madre che aveva un negozio di abbigliamento per bambini a Monza, ha chiuso per seguirci nell’avventura che stiamo vivendo; Milano, da noi di provincia, era vista sempre come il riferimento della moda, della tendenza, insomma volevamo essere qui al centro dei nostri sogni”.

Nove piani dedicati alla qualità, un crescendo di bellezza, che invogliano a salire realmente e metaforicamente di piano in piano per raggiungere la perfezione di un ristorante “Asola, taglio sartoriale” dove protagonista è una cucina impressionante al punto che i presenti lo definivano un ristorante in una cucina e che impianto: una Marrone, la Formula 1 delle cucine!

Matteo Torretta sarà il comandante di questa nave appena varata, un gioiello appollaiato sopra piazza San Babila con vista privilegiata su una delle parti più belle di Milano.

Ma per il cibo questa è solo la punta dell’iceberg, infatti in ben 4 piani è presente Eataly, con corner di vendita e di somministrazione, così come anche la pizza sarà protagonista con un punto della catena Rossopomodoro.

Il fermento pre Expo2015 si sta manifestando in città grazie ad imprenditori oculati, coraggiosi, la città si sta animando e già i prossimi appuntamenti tradizionali come il Salone del Mobile o le varie settimane della moda che punteggiano l’anno, saranno un banco di prova utile per capire se chi verrà a Milano il prossimo anno potrà godere di un’esperienza piena del patrimonio che il nostro Paese sa offrire.

 

Aldo Palaoro

image_pdfimage_print