Campania, terra vulcanica di vini pregiati
29 Gennaio 2020
Olio Officina Festival, torna a Milano dal 6 all’8 febbraio
29 Gennaio 2020

Guida ‘arancio’ 2020 di les Collectionneurs: ecco le nuove presenze italiane

Tra i 585 hotel e ristoranti selezionati per l’edizione 2020 della guida ‘arancio’ di les Collectionneurs, community presieduta da Alain Ducasse che riunisce ristoratori, albergatori e viaggiatori accomunati dal gusto per il viaggio, sono ben 42 le new entry che promettono di offrire bien-dormir e bien-manger, tra antiche dimore in campagna e boutique hotel in città, ristoranti gastronomici e bistrot gourmet. L’Italia, uno dei 16 Paesi rappresentati, è presente quest’anno con ben 73 indirizzi, grazie all’ingresso di dieci nuove destinazioni che hanno fatto il loro debutto nella community. Eccole.Partiamo da Milano con Identità Golose Milano, un innovativo hub dedicato alla gastronomia, in cui ogni settimana si alternano ai fornelli rinomati chef italiani e internazionali. Spostandoci a Quattro Castella, nella campagna reggiana, Ca’ Matilde è il regno dello chef Andrea Incerti Vezzani, che solletica i palati gourmand con piatti creativi legati al territorio. Più a sud, invece, a Trani, Quintessenza è il ristorante dei giovani fratelli Di Gennaro, che ripropongono, attualizzandoli, i sapori più autentici della cucina contadina pugliese. Tornando al Nord, si aggiunge al carnet della community Palazzo Lovera, una dimora storica nel cuore di Cuneo, dove i viaggiatori possono godere della calda accoglienza della famiglia Chiesa, mentre a Venezia sono addirittura due le strutture che entrano in guida: l’Hotel Paganelli, un antico convento di monache benedettine affacciato sul bacino di San Marco, dove gli ospiti sono accolti da Monica Bianchini, la padrona di casa, e Villa Gasparini a Dolo, nella Riviera del Brenta, un’autentica villa veneta in cui la proprietaria Michela Pegorer punta a far vivere a ciascun visitatore un’esperienza personalizzata. Dalla laguna ai laghi: a Como, con Palazzo Albricci Peregrini, una raffinata casa del Cinquecento all’interno di un cortile privato nel centro storico, dove tutto è stato pensato e curato dalla famiglia Galli per soggiorni altamente confortevoli, e a Gardone Riviera, sul lago di Garda, con il Grand Hotel Fasano, antica residenza di caccia realizzata per la famiglia imperiale austriaca nel 1888, dove oggi la famiglia Mayr ha affinato l’arte dell’ospitalità e della buona tavola del territorio. E dai laghi al mare: a Ronchi, tra le Alpi Apuane, le cinque Terre e la Versilia, troviamo Villa Maremonti, una tipica villa toscana dei primi del Novecento, circondata da un’oasi di vegetazione mediterranea e animata dall’accoglienza di Francesca Siciliano. Infine, nella nuova guida è presente anche l’hotel-restaurant Bianca, che ha da poco aperto i battenti ad Oggiono, nella Brianza lecchese, con lo chef Fabrizio Albini alla guida della cucina. La nuova guida ‘arancio’ è disponibile gratuitamente presso tutte le strutture selezionate da les Collectionneurs. Per essere sempre aggiornati sui nuovi indirizzi, basta collegarsi al sito www.lescollectionneurs.com

Mariangela Molinari

Print Friendly, PDF & Email