luigi caricato

“L’Italia ha bisogno di trarre nuove energie da chi viene direttamente dal settore. Nuovi Paesi si affacciano verso l’olio da olive con curiosità, frutto di una spinta culturale che però, nel tempo, è venuta meno. Occorre impostare una strategia comune superando le divisioni”, ad affermarlo è Luigi Caricato, oleologo e ideatore di Olio Officina Food Festival, durante la presentazione a Verona, nell’ambito di Sol & AgriFood, del manifesto: Il nuovo inizio: un patto per l’olio.

Di seguito invece i dieci punti del Manifesto presentato da Olio Officina e L’Informatore Agrario.

1. Più alberi, perché non è pensabile rinunciare a proiettarsi nel futuro
L’Italia è l’unico Paese ad alta vocazione olearia a non piantare olivi. Non investe più in olivicoltura, si limita a mantenere e perpetuare l’esistente-

2. Meno paura, perché occorre investire soprattutto risorse personali
Il grande male dell’Italia è nell’essersi ripiegata su se stessa, dopo essere stata per decenni mantenuta e sorretta da finanziamenti pubblici che hanno solo sottratto spirito di intraprendenza

3. Più persone libere, perché non abbiamo più imprenditori indipendenti
L’Italia ha perso la tenacia che la contraddistingueva nel passato e c’è sempre qualcuno che fa le veci di qualcun altro, mancando soggetti pronti a mettersi in gioco e a esprimere una fame di gloria

4. Meno pastoie, perché non è accettabile che si debba aver timore di lavorare
L’Italia si caratterizza per una legislazione bulimica e quasi completamente slegata dalla realtà, soprattutto in materia di olio. Pur valorizzando a parole le imprese, la burocrazia le spegne

5. Più ricerca privata, perché non si può declinare tale compito solo allo Stato

Nonostante gli antichi fasti del passato, l’Italia non sembra più propensa a sostenere la ricerca come invece avviene in altri Paesi, a partire dalle risorse vive delle imprese, per il vantaggio di tutti

6. Meno conflittualità, perché è l’ora di finirla con le eterne contrapposizioni
In questo stato d’animo, sempre in eterno conflitto tra le parti, l’Italia si contraddistingue alla perfezione rispetto al resto del mondo, dimostrandosi vocata a farsi del male con le proprie mani

7. Più donne, perché è inaccettabile che nei ruoli chiave non abbiano voce in capitolo
Il ruolo di primo piano delle donne nel comparto oleario è chiaro a tutti, ma, paradossalmente, non trovano ancora spazio, in Italia, nel far parte attiva, a pieno titolo, della classe dirigente

8. Meno nicchia, perché è impensabile che si debbano circoscrivere gli orizzonti
In un Paese che pone scarsa attenzione alle strategie commerciali, al marketing e alla comunicazione, occorre ripartire da una visione non più confinata alle sole produzioni d’eccellenza

9. Più idee, perché non sta bene che il comparto oleario inibisca lo spirito creativo
L’Italia ha grandi talenti, in grado di apportare felici intuizioni e generare innovazioni, ma stupisce la scarsa propensione, da parte chi gestisce il potere e gli spazi d’azione, ad accoglierli e favorirli

10. Meno ideologia, perché per il comparto oleario ha bisogno di coscienza critica
Investire in cultura puntando sulla formazione e sull’educazione al sapere, è l’unica strada per l’autodeterminazione. Diversamente, si può solo cadere nel vittimismo o nelle autoassoluzioni

image_pdfimage_print
image_pdfimage_print
9 aprile 2014

Il nuovo inizio: un patto per l’olio

“L’Italia ha bisogno di trarre nuove energie da chi viene direttamente dal settore. Nuovi Paesi si affacciano verso l’olio da olive con curiosità, frutto di una […]
25 gennaio 2014

Le parole dell’olio

  Olio Officina Food Festival è uno straordinario concentrato di corretta informazione sull’olio, sia che si parli di extravergine sia di altre tipologie. In pochi giorni […]
16 gennaio 2014

Oli da olive, cibo per il palato e per la mente

L’analisi di un mercato profondamente cambiato nel corso degli ultimi 30 anni e un progetto culturale che punta a riunire gli attori della filiera per uno […]
2 gennaio 2014

Olio Officina Food Festival 2014. Olio e cibo hanno (sono?) anima sociale

Per il programma ufficiale dovremo attendere la consueta conferenza stampa prevista per metà gennaio, ma intanto qualche indiscrezione Luigi Caricato ce la concede volentieri. Torna infatti, […]
24 dicembre 2013

Gli auguri di Luigi Caricato

Il Natale per me è gioia. Le emozioni che provo sono tante, e ogni volta le vivo in modo diverso e nuovo. Per questo ho la […]
29 ottobre 2013

L’olio italiano tra frodi e difesa della qualità

Eurispes denuncia frodi a tutto campo. Il commento dell’oleologo Luigi Caricato. I consumatori italiani di olio sarebbero vittime di truffe alimentari: a segnalarlo è Eurispes, in […]
26 giugno 2013

Tanti Oli diversi, ma li sappiamo usare?

Si è tenuto a Milano, nella sede istituzionale del Parlamento Europeo, il convegno di Interprofessione, che rappresenta in Italia oltre 600.000 aziende agricole, che producono in […]
24 giugno 2013

Luigi Caricato presenta“I mille volti degli oli di oliva”

Si terrà domani a Milano presso l’Ufficio del Parlamento europeo un importante incontro dedicato al mondo degli oli da oliva. “I mille volti degli oli di […]
17 marzo 2013

Come scelgono l’olio gli italiani?

Ce lo rivela la ricerca condotta da SWG per Olio Capitale. A pochi giorni dalla chiusura di Olio Capitale, il salone degli oli di qualità andato […]
15 febbraio 2013

Lucca? No, Extra Lucca!

Da oggi fino al 17 febbraio, la mostra mercato dedicata agli oli extravergini d’oliva italiani. Degustazioni, libri, show cooking: un tuffo nel verde. Inizia questa mattina, […]
28 gennaio 2013

Olio di alta qualità

Da Olio Officina Food Festival alcune proposte concrete per dare valore al prodotto del made in Italy. L’Italia vanta 538 cultivar per la produzione di olio […]
23 gennaio 2013

Olio Officina: le sensibilità delle donne, dei consumatori e delle aziende in campo a Milano

“Credo in un’Italia diversa, che non abbia paura né di confrontarsi con il resto del mondo né di partire dal basso. Credo nel dialogo e nella […]
10 gennaio 2013

L’Olio Officina Food Festival: alle porte, con nuovi paradigmi

“La cucina è un mondo intellettuale”: esordiva con queste parole, quasi un anno fa, Luigi Caricato nel presentare la prima edizione di Olio Officina Food Festival. […]