Sa Scolla, la pizzeria di campagna ambasciatrice della buona Sardegna
28 Gennaio 2020
Campania, terra vulcanica di vini pregiati
29 Gennaio 2020

Olio DOP Umbria, il volto CHIC di un’anteprima

Due giorni per festeggiare l’Anteprima della produzione di Olio e.v.o. Dop dell’Umbria, prima edizione per un evento che vuole dare valore al prodotto, rimarcando il peso dell’origine e il valore del fattore umano che sta dentro ogni bottiglia, insieme ai produttori locali, agli esperti dell’ Associazione Strada dell’olio e.v.o. Dop Umbria e ai cuochi appartenenti a Chic, Charming Italian Chef.

A Montone (Pg), si sono tenuti diversi momenti dedicati all’assaggio e alla conoscenza dell’olio e.v.o. Dop Umbria, con la presentazione di prodotti locali – tra cui il prodotto simbolo dell’Umbria: il tartufo – e dimostrazioni e show cooking a cura dei cuochi Chic.

Paolo Morbidoni, Presidente della Strada dell’Olio dell’olio e.v.o. Dop Umbria, ha messo in evidenza, presentando l’iniziativa, come l’olio coltivato e prodotto nelle zone dedicate dell’Umbria appartenga a un territorio unico, con cultivar autoctone e un saper fare millenario a cui la tecnologia moderna ha consentito di arrivare alla soglia dell’eccellenza: “Questa connessione fra prodotto, uomo e territorio è il vero elemento non riproducibile. È ciò che si trova in ogni bottiglia. È ciò che si respira visitando le aziende olivicole. L’Anteprima 2019 vuole dare una vetrina a tutto questo, sapendo che l’origine certificata, rappresentata dalla Dop, è un grande valore aggiunto per l’Umbria dell’Olio”.
L’olio extravergine d’oliva DOP Umbria è stato il primo, registrato in ambito Comunitario, a comprendere l’intero territorio regionale e il marchio e i controlli applicati garantiscono al consumatore un prodotto in possesso delle peculiarità conferite dal territorio di produzione e che contraddistinguono le eccellenze italiane. E’ importante sottolineare che rispetto a 10 anni fa, la superficie olivetata inserita nel circuito DOP Umbria è aumentata del 67% circa, e nelle ultime tre campagne il quantitativo di prodotto certificato è cresciuto del 30% circa.

Nel corso dell’evento, una sessione d’assaggio ha rivelato a tutti gli intervenuti – giornalisti, chef, sommelier dell’olio e operatori del settore – alcune specificità dell’annata, illustrate da due capi panel.

Angela Canale ha spiegato che quest’anno:I noti profumi erbacei si esprimono più evidenti e avvincenti che mai. Neanche i sapori amari e piccanti si sono fatti attendere. Erbe di campo, foglia di carciofo, note agliacee, mandorla fresca e mallo di noce sono le caratteristiche che quest’anno troverete negli oli Dop Umbria”.

Giulio Scatolini ha sottolineato il valore dell’iniziativa volta a caratterizzare la Dop Umbria: “L’Anteprima è un’intuizione felice perché, a differenza del vino, l’olio è un prodotto non idoneo ad invecchiare e che nei primi mesi di vita esprime al meglio le sue caratteristiche sensoriali e di gusto, per cui rappresenta al meglio e nel momento più idoneo, il lavoro fatto in campo e in frantoio”.
L’Anteprima è stata anche l’occasione per l’ultima tappa di In Kitchen Tour, appuntamento periodico che vede protagonisti i cuochi appartenenti all’Associazione Chic (Charming Italian Chef). L’evento, dedicato a due prodotti cardine della tradizione culinaria Umbra olio e tartufo, rappresentato da Giuliano Tartufi, partner di Chic da quest’anno, ha voluto rappresentare una vetrina prestigiosa e costituire un format ispirato alle grandi anteprime dei vini con l’intento di dare valore al prodotto (spesso bistrattato da ingannevoli pratiche commerciali) e di rimarcare il peso dell’origine, del territorio, sulla sua qualità intrinseca.
Presso l’Hotel Fortebraccio di Montone, gli chef, tra cui pizzaioli, gelatieri e panificatori, hanno interpretato i prodotti di tutte le aziende presenti, protagonisti di una vera e propria jam session culinaria, hanno scelto le cultivar più idonee alla loro proposta e i tartufi per le varie ricette in base a profumo, intensità e persistenza che li contraddistinguono.
Infine gli chef, sotto la guida del loro presidente Giancarlo Polito, chef del ristorante Locanda del Capitano di Montone, hanno ripreso il tema di in The Kitchen Tour, Oro Verde e Oro Bianco, nella cena a 10 mani Chic, con un menu preparato per l’occasione da Giancarlo Polito, Armando Beneduce del Nascostoposto di Terni, Ivano Ricchebono dello stellato The Cook al Cavo di Genova, Fabrizio Sepe delle Tre Zucche di Roma e Antonio Zaccardi dello stellato Pashà di Conversano (BA): una successione di piatti in cui le eccellenze delle regioni di provenienza degli chef hanno incontrato mirabilmente l’Oro Verde e l’Oro bianco dell’Umbria.
La nuova annata dell’olio e.v.o. si annuncia interessante per i risvolti qualitativi e organolettici, per l’esaltazione del territorio che evoca e il valore aggiunto che esprime nella capacità di incontrare idealmente e mirabilmente abbinamenti innovativi o tradizionali, ben dimostrati nelle interpretazioni degli chef Chic.

L’evento si dimostra strumento importante per rafforzare il legame tra i vari attori che contribuiscono a creare l’identità olivicola regionale.

Giorgio Phellas, a nome della Camera di Commercio di Perugia, ha annunciato che nel prossimo mese di marzo verranno rivelati i migliori oli DOP Umbria durante la premiazione della XXI edizione del Concorso Regionale Oro Verde dell’Umbria, che si terrà a Perugia e premierà: i primi tre classificati nella categoria DOP,  il vincitore del Premio Qualità e Immagine,  il vincitore della Menzione Speciale Olio Biologico,  il vincitore del Premio piccole produzioni, il Diploma Gran Menzione al miglior olio extravergine e selezione gli oli che parteciperanno al Concorso nazionale Ercole Olivario.

Marina Caccialanza

Print Friendly, PDF & Email